Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

“Caro Renzi, vorrei andare in bici”: scolari leccesi scrivono al premier per salire in sella

Presentata questa mattina, a Palazzo Carafa, l’iniziativa che coinvolgerà i bambini di Lecce, nell’ambito di un progetto a livello nazionale. I piccoli salentini scriveranno al presidente del Consiglio dei ministri per proporre nuove idee sulla mobilità su due ruote in città

LECCE  - Scriveranno al presidente del Consiglio dei ministri. Si rivolge proprio la premier l’iniziativa lanciata dal Comune di Lecce e presentata questa mattina presso Palazzo Carafa. La campagna, lanciata a livello nazionale, è denominata “#30 e Lode” tratta il tema della sicurezza stradale nei centri urbani.

Per promuoverla nel capoluogo salentino, si è adoperata l’associazione Fiab Lecce Cicloamici, in collaborazine con gli assessorati alla Pubblica istruzione al Traffico e mobilità dell’ente comunale. L’idea è nata soprattutto per mettere al centro i bisogni dei più piccoli, spesso ignorati nei grandi centri. Saranno loro i protagonisti, nell’ambito del concorso, al quale prenderanno parte, ribattezzato appunto: “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…”.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa consultabile sul sito del Comune, hanno preso parte Carmen Tessitore, assessore alla Pubblica istruzione, Luca Pasqualini, con delega al Traffico e mobilità,  il direttore dell'Aci di Lecce, Pasquale Elia, e il presidente dell'associazione Fiab Lecce, Giuliana Rollo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Caro Renzi, vorrei andare in bici”: scolari leccesi scrivono al premier per salire in sella

LeccePrima è in caricamento