Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Precarietà nelle emittenti televisive, Bellanova sollecita il ministro

La deputata del Pd si è rivolta ad Elsa Fornero, per accendere i riflettori sulla situazione in cui versano giornalisti e cameraman dell'informazione salentina. Questione già denunciata il 2 ottobre, con un atto parlamentare

Teresa Bellanova

LECCE - "Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa". Citando l'articolo 36 della Costituzione, si è rivolta, con un'interrogazione,  al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Elsa Fornero, per sollecitare alcune soluzioni.

Teresa Bellanova, deputata del Partito democratico, ha nuovamente acceso i riflettori sulla precarietà alla quale sono costretti i numerosi operatori della comunicazione- cameraman, tecnici e giornalisti - impiegati, quelli che lo sono ancora, nelle emittenti televisive locali.

Già in occasione dello scorso 2 ottobre, Bellanova aveva presentato un atto parlamentare, denunciando la situazione, riportando anche il caso specifico di Canale 8.

Alcuni mesi addietro, un dipendente è stato licenziato dall'azienda per aver denunciato sul social network Facebook la mancata retribuzione dello stipendio, nonostante gli operatori, ed egli stesso, avessero continuato ad assicurare il servizio. Poi era stata la volta del direttore dell'emittente, il quale durante la diretta, nel mese di settembre, aveva rassegnato le proprie dimissioni .

In allegato, il testo integrale dell'interrogazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precarietà nelle emittenti televisive, Bellanova sollecita il ministro

LeccePrima è in caricamento