Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Chirurgia vascolare, Negro torna sull’emergenza e sollecita la Regione

Il presidente del gruppo regionale Udc ha sollevato nuovamente la questione dei disservizi del reparto leccese, dopo aver in passato inoltrato un'interrogazione. In una nota, ha fatto riferimento all'episodio del 7 maggio, a Maglie, nel quale un operaio restò ferito a seguito di un incidente su lavoro. Attese sei ore prima di essere trasferito nel nosocomio di Tricase

L'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce

LECCE -  “Tra le tante criticità del sistema sanitario pugliese vi è l’emergenza Chirurgia vascolare al “Vito Fazzi” di Lecce che necessita di una risposta urgente da parte del Governo regionale. Occorre garantire al più presto ai cittadini la possibilità di ricevere gli adeguati trattamenti in regime di emergenza-urgenza”.

Queste le parole divulgate in una nota dal presidente del gruppo regionale Udc, Salvatore Negro. L’esponente è tornato  sull’emergenza chirurgia vascolare nel nosocomio salentino, dopo aver inoltrato già una interrogazione al Governo Vendola due settimane addietro. “Vogliamo ricordare che solo per puro caso è stata sfiorata l’ennesima tragedia nella sanità pugliese”, ha ricordato il capogruppo Udc. Il riferimento è quello al 7 maggio, quando a causa di un grottesco incidente sul lavoro Giuseppe Presicce, operaio 60enne del Comune di Maglie, fu trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale leccese, con un grave trauma al bacino.

A causa dell’impossibilità di garantire un posto letto in Chirurgia vascolare, l’infortunato, affetto da lesione traumatica dell'arteria femorale, fu in seguito trasferito nell’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase. “Ciò nonostante posti letto di chirurgia vascolare della rete ospedaliera leccese risultavano attivi presso la Casa di cura “Petrucciani” di Lecce, struttura, come è noto, priva della Rianimazione”, ha fatto sapere Negro. “La vittima, giunta alle 13,  è stata  trasferita  a Tricase solo alle 19,30, dopo oltre sei ore, con gravi rischi per la sua vita”. L’operaio, infatti, fu letteralmente travolto da una statua, che si staccò dal monumento durante le operazioni di pulizia a manutenzione.

“Considerata la criticità della situazione – ha concluso il presidente Negro – torniamo a sollecitare il Governo regionale per sapere con urgenza quali sono le ragioni per cui non sono attivi  posti letto di Chirurgia vascolare presso il presidio ospedaliero di Lecce e quali provvedimenti urgenti si intendano assumere per garantire da subito ai cittadini della Asl salentina la possibilità di ricevere trattamenti di Chirurgia vascolare in regime di emergenza-urgenza, attesa la distanza che separa Lecce da Tricase e quindi il rischio connesso ai trasferimenti del caso”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chirurgia vascolare, Negro torna sull’emergenza e sollecita la Regione

LeccePrima è in caricamento