Martedì, 15 Giugno 2021
Porto Cesareo
Politica

Albachiara: “Le nostre mozioni giacenti da mesi senza discussione”

Il gruppo consigliare di Porto Cesareo attacca l'amministrazione e denuncia il mancato rispetto delle regole del funzionamento consiliare: "Forse le nostre proposte sono scomode"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

PORTO CESAREO - Interrogazioni ed interpellanze scomode? Questo l’interrogativo provocatorio che il gruppo consiliare di Porto Cesareo “Albachiara” si pone da qualche settimana. Motivo? Molto semplice: decine fra interrogazioni e mozioni presentate, come contestano i membri dello stesso, “giacciono da mesi, violando le norme del regolamento comunale, sulla scrivania del presidente del consiglio comunale e del sindaco, in attesa di essere messe all’ordine del giorno in consiglio”. Le norme dell’apposito regolamento prevedrebbero che interpellanze e mozioni si discutano e votino (nel caso delle mozioni) dopo soli trenta giorni dalla loro presentazione.

Molti gli argomenti e le proposte che il gruppo consiliare ha raccolto dalla cittadinanza e presentato sotto forma di interpellanze e mozioni: piano urbanistico generale, rete fognaria, porto turistico, lotta al punteruolo rosso e alla processionaria del pino, misure per la destagionalizzazione, consulta “Giovani e lavoro”, difensore civico provinciale, ecc. In questo quadro, si aggiunge anche la mancata risposta ad una istanza presentata dall’associazione “Movimento giovanile Porto Cesareo”, nell’ormai lontano 17 giugno scorso; l’istanza conteneva segnalazioni e soluzioni a diverse problematiche estive: per quest’ultima, “le norme dello statuto comunale e dell’apposito regolamento – spiegano - fissano in sessanta giorni il termine per ricevere una risposta scritta dal sindaco”.

“Non sono mancate – raccontano da Albachiara - sia delle sollecitazioni formali al presidente del consiglio comunale, il quale è garante ed assicura l’osservanza dello statuto comunale e dei regolamenti, sia una segnalazione formale al neo prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta”: “Ci stupisce questo atteggiamento della presidente Tarantino e del sindaco Albano insensibili a queste norme basilari di funzionamento del consiglio comunale – afferma Anna Peluso, eletta nell’assise -, a maggior ragione si sottolinea che il sindaco Albano è un esperto conoscitore delle regole, in quanto negli anni scorsi – 2001/2006 - ha ricoperto la carica di presidente del consiglio comunale e, inoltre, sin dall’inizio egli proclama l’ideale del dialogo e della discussione con tutti”.

“Nasce il sospetto – prosegue la Peluso - che tale atteggiamento sia voluto per offuscare l’attività di un gruppo politico concorrente come Albachiara, che ogni giorno si conferma un ottimo cantiere politico. Infatti, l’amministrazione Albano ha già trattato alcuni argomenti presentati in largo anticipo da Albachiara, senza considerare minimamente le relative mozioni e interpellanze presentate, ad esempio, il bilancio partecipato, il giornalino di informazione Foglio cesarino”, conferenza di copianificazione con la Regione Puglia relativa al piano urbanistico generale”.  Proprio su quest’ultimo aspetto, la consigliera si chiede: “Come può un sindaco che proclama ogni giorno l’ideale del dialogo e della discussione recarsi a Bari senza prima coinvolgere il consiglio comunale, il quale rappresenta l’intera cittadinanza?”.

“Albachiara” afferma di credere fermamente nel valore della discussione in consiglio e nel rispetto delle regole basilari che lo fanno funzionare e si augura che l’amministrazione cambi atteggiamento: “Trattare mozioni e interpellanze dopo tante settimane è quasi offensivo – precisa - e sicuramente sminuisce il valore delle stesse. Ricordo ad Albano, che egli ha giurato di essere il sindaco di tutti i cittadini di Porto Cesareo e non soltanto di coloro che lo hanno votato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albachiara: “Le nostre mozioni giacenti da mesi senza discussione”

LeccePrima è in caricamento