Politica

Inquilini morosi con Aqp, nuova ondata di sospensione del servizio

Laddove esistono ancora contatori unici il problema coinvolge anche coloro che pagano regolarmente. Il Sunia chiede la convocazione di un tavolo in prefettura e sollecita l'installazione dei contatori elettronici, per i quali è stato stanziato mezzo milione di euro

Una foto del presidio davanti alla sede leccese di Aqp.

LECCE  - Incombono nuove sospensioni nella fornitura di acqua in alcuni edifici di edilizia popolare dove le perduranti situazioni di morosità generano un disagio anche a chi paga regolarmente la propria quota, essendoci ancora in molte palazzine un contatore centralizzato. Aspetto economico a parte, la prospettiva di rimanere con i rubinetti chiusi a estate oramai iniziata spaventa molti cittadini, anziani e famiglie con bambini in primis. E questa mattina si è tenuto un presidio presso la sede leccese di Aqp.

Per risolvere definitivamente la questione, riconducendo l’interruzione a chi non paga l’utenza, si sta procedendo all’installazione di singoli contatori elettronici. Per la provincia di Lecce, con delibera della Regione Puglia, sono stati già stanziati 500mila euro per 1332 alloggi ma si procede a rilento.

Ma, questione tecnica a parte, resta il problema dell’inadempienza che porterà a partire da lunedì all’interruzione del servizio per tutti coloro che non sono al passo con le rate di quanto dovuto: gli amministratori hanno infatti avvisato gli inquilini che dal 3 luglio Acquedotto pugliese minaccia la rescissione del contratto e la rimozione del contatore. Per il riallaccio sarebbe necessario il versamento in un’unica soluzione.

IMG-20150626-WA0008-2Secondo il segretario regionale del Sunia, Mario Vantaggiato, sarebbe importante sostenere l’iniziativa politica di trasformazione di Aqp da società per azioni in ente di diritto pubblico, con la partecipazione dei Comuni. Il Sunia insiste quindi per la convocazione di un tavolo di concertazione in prefettura alla presenza dei sindaci dei centri dove ci sono alloggi popolari.

Sulla questione, della quale si è discusso nell’odierno consiglio comunale su sollecitazione del consigliere Giuseppe Ripa, si registra il commento di Andrea Caroppo, consigliere regionale di Forza Itala: “Non farò certo l'elogio della morosità, ma non posso non denunciare la pratica barbara di sospendere la fornitura alle intere palazzine e dunque anche agli inquilini che con grande sacrificio puntualmente pagano le loro bollette che tante proteste sta generando in Puglia e nel Salento. Faccio semmai l'elogio della virtuosità, ritenendo indegno di un paese di diritto penalizzare indiscriminatamente chi è in regola per di più alle soglie della stagione estiva, che vede vulnerabili anziani, bambini e portatori di handicap”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquilini morosi con Aqp, nuova ondata di sospensione del servizio

LeccePrima è in caricamento