Politica

"Investiremo nello sport per migliorare la vita"

Ieri un forum di Rotundo, candidato dell'Unione, con associazioni e istituzioni. Presente anche il Coni. "Lecce ha avuto una flessione e sta diventando sedentaria: servono pià spazi e piste ciclabili"

Antonio Rotundo

Ieri pomeriggio Antonio Rotundo, candidato sindaco dell'Unione, ha presenziato un forum sullo sport. La riunione s'è tenuta presso l'associazione "Una buona azione per Lecce", in piazza Mazzini. Al confronto, che si è svolto con le associazioni sportive cittadine e provinciali, e nel corso del quale Rotundo ha illustrato un documento sull'attuale situazione dello sport in città, hanno partecipato anche l'assessore allo Sport della Provincia di Lecce, Salvatore Capone, e il gruppo dirigente del Coni.

"Lo sport è occasione offerta all'individuo di soddisfare le sue esigenze di comunicazione, di espressione e di creatività, nonché di compiere autentiche esperienze di responsabilizzazione in una società democratica", è scritto nel documento. "Lo sport è, in poche parole, educazione".

"I problemi della vita sedentaria - dice ancora l'atto di Rotundo - non riguardano solo la popolazione adulta, ma investono anche i bambini che diventano sempre più pigri, trascorrendo la maggior parte delle loro giornate davanti alla televisione, alla tastiera di un computer o alla consolle di un videogioco".

"Al Comune spetta un ruolo fondamentale nella promozione e nello sviluppo delle attività sportive. Coerentemente con questi principi e con l'importanza strategica riconosciuta a questo settore sarà attribuita all'assessorato allo Sport delega piena".

"Per far sì che lo sport possa essere un momento essenziale nella vita dei cittadini, svolgendo quella funzione di prevenzione e di sviluppo sociale, partendo dal principio che fare sport sia un diritto e non un privilegio, programmeremo le attività e gli interventi ispirandoci a criteri di massima scientificità e democrazia, affiancandoci alle massime espressioni territoriali dello sport organizzato (Coni e sue componenti), al mondo dell'associazionismo sportivo ed ai praticanti, sia per la progettazione che per la realizzazione dei programmi stessi, per un'attività motoria che punti non soltanto al conseguimento di risultati tecnici assoluti ma allo sport per tutti, come cultura della cura del corpo, per conseguire e mantenere il massimo benessere e la massima efficienza fisica".

Secondo i dati, negli ultimi anni in Puglia la sedentarietà è aumentata di quasi dieci punti percentuale, mentre la fascia intermedia (pratica sportiva saltuaria) è calata del 12,9 per cento. "In sostanza, quelli che hanno smesso sono molti di più di quelli che hanno intensificato", spiega il documento. Dunque la situazione richiede attenzione, perchè nel quadro delle regioni meridionali il profilo pugliese del 1997 era tutto sommato migliore. Possibili concause della flessione, ipotizzabili in situazioni del genere: il tasso d'invecchiamento della popolazione, i costi della pratica sportiva, la disponibilità di impianti o aree idonee per lo sport".

"La situazione della città di Lecce - dice Rotundo - si inquadra perfettamente nel contesto dei dati dell'intera Puglia. Sarà quindi indispensabile, per invertire la linea di tendenza evidenziatasi, sviluppare e favorire attività sportive che assicurino la continuità e la stabilità nel tempo.


Le soluzioni? "Non soltanto eventi e manifestazioni sporadiche o di breve durata, ma interventi mirati al sostanziale miglioramento della qualità della vita dei cittadini, di ogni età e condizione sociale, adottando l'obiettivo strategico di sostenere le società sportive dilettantistiche che operano con continuità per la crescita e lo sviluppo della pratica sportiva tra tutte le fasce d'età". A tal proposito, Rotrundo ritiene indispensabile "sviluppare anche interventi di tipo urbanistico: più cura degli spazi verdi nelle zone residenziali e dei parchi urbani dell'intera città, realizzazione dei percorsi ciclabili". E questo perché "la città di Lecce negli anni ha investito poco o nulla nello sport, nell'impiantistica sportiva e per il benessere dei suoi abitanti. Da questo punto di vista, infatti, non a caso, si trova in fondo alle classifiche nazionali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Investiremo nello sport per migliorare la vita"

LeccePrima è in caricamento