“Italia in Comune” pronta sfida delle regionali, presentati simbolo e nomi a Lecce

Prende corpo il patto federativo tra la compagine di Pizzarotti, Pellegrino e Abbaticchio con Puglia Popolare e Voce Popolare. Con Mazzei presentati i primi candidati del collegio leccese e punti programmatici

LECCE - Si consolida la formazione politica di “Italia in comune” che sarà in campo alle prossime elezioni regionali di settemnbre a sostegno del governatore uscente Michele Emiliano e che anche in provincia di Lecce stringe un patto federativo con Puglia Popolare e Voce Popolare che unisce il civismo moderato nel Salento. E che nel collegio di Lecce punta sulla figura di Luigi Mazzei e snocciola già i primi candidati della lista nonché i capisaldi della piattaforma programmatica.

Ad illustrare il programma e i nomi dei primi candidati, questa mattina, sono stati il presidente di “Italia in comune” alla Regione, Paolo Pellegrino, e i referenti dei due partiti Luigi Mazzei di Salento Popolare e il consigliere regionale Mario Romano di Voce Popolare, anche loro prime forze spendibili nella lista. Sanità, turismo, lotta alla xylella, nuove misure per agricoltura e turismo sono i primi punti su cui verte la programmazione della compagine salentina che mettere a disposizione il suo bagaglio di idee e di proposte sul tavolo della colazione  pro Emiliano.

“Abbiamo deciso di confluire nella forza politica del sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e di presentarci all’elettorato con un programma chiaro, efficace e basato sull’ascolto dei territori” spiegano i tre referenti di Italia in comune, “sappiamo bene che sarà una campagna elettorale diversa, a causa dell’emergenza covid-19, ma siamo sicuri che le tre forze politiche che si presenteranno compatte sotto il simbolo di Italia in Comune sapranno intercettare i bisogni e le istanze delle singole comunità e far tesoro delle ottime esperienze di governo delle amministrazioni locali che si riconoscono nel sindaco Pizzarotti e in Puglia nel sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio”.

“Il nostro programma non sarà una sterile elencazione dei problemi pugliesi ma costituirà una proposta concreta su temi specifici e sostenibili, nella progettazione e nella realizzazione” hanno aggiunto Pellegrino, Mazzei e Romano, “questa unione di intenti costituisce il superamento del civismo che ha dimostrato di essere politicamente sterile ed è il richiamo alla politica dei partiti virtuosi. Oggi celebriamo la naturale conclusione di un percorso avviato da oltre un anno con l’accordo federativo delle tre forze politiche. E siamo convinti che il programma di Michele Emiliano sia l’unico credibile per continuare la buona esperienza di governo regionale degli ultimi quindici anni a guida del centrosinistra”.

Nel corso della mattinata ono stati anche presentati anche i primi candidati in lista del collegio di Lecce: Paola Calasso, Pietro Caretto, Michele De Paolis e Giancarlo Russo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento