Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

"L'Apulia Film Commission? Valorizza solo bari"

L'assessore alla Cultura Adriana Poli Bortone critica le scelte della Fondazione e della Regione: "Buono strumento, ma restano fuori le altre realtà territoriali pugliesi e soprattutto il Salento"

adriana poli bortone12-15

"La città di Lecce ed il Salento tutto non possono restare escluse dalle strategie operative della Fondazione Apulia Film Commission". Adriana Poli Bortone, vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Lecce si schiera contro la presunta tendenza della Fondazione Apulia Film Commission a privilegiare l'area barese a scapito di altre zone della Puglia. Com'è noto, l'istituzione della Fondazione (di cui sono soci diversi enti pubblici territoriali della Puglia) è stata promossa dalla Regione Puglia con l'obiettivo di valorizzare il territorio regionale attraverso il cinema.


"Le politiche culturali del Governo regionale - sostiene Adriana Poli Bortone - già risultano discutibilissime sotto il profilo dell'incidenza territoriale e oserei dire 'politica'. Non è possibile che per quanto riguarda il Salento si consideri la Grecìa l'unico avamposto in fatto di cultura e l'unico meritevole di attenzione e contributi economici. Quel lembo di territorio e le sue prerogative culturali hanno gli stessi diritti della città capoluogo, di altri centri o del Sud Salento. Per restare giusto al tema cinema, mi pare che i fatti dimostrino proprio questo concetto. Noi crediamo fermamente allo strumento della Apulia Film Commission e alle potenzialità di questa territorio in questo settore - conclude - a patto che si instauri un rapporto di collaborazione tra i soggetti chiamati ad operare all'interno della Fondazione e tra la Fondazione e gli altri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'Apulia Film Commission? Valorizza solo bari"

LeccePrima è in caricamento