L'opposizione consiliare: ritiriamo questi due "bandi pubblici-lampo"

"L'Amministrazione comunale di Porto Cesareo, all'improvviso, con pochissimi giorni di tempo, e senza l'approvazione del Piano Comunale delle Coste, ha emanato 2 bandi pubblici per pontili. Scelta condivisa con chi?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Noi dell’opposizione consiliare di Porto Cesareo, consiglieri comunali Francesco Schito, Stefano My, Monica Viva e Luigi Fanizza, siamo molto perplessi sui 2 "bandi pubblici-lampo" per concessione demaniale di pontili galleggianti sul nostro litorale: entrambi superiori a circa 4500 metri quadri, di cui uno nel centro storico, zona riviera di ponente, l’altro in periferia in zona località “La Saponara”.

Sono 2 bandi calati dall’alto all’improvviso, in piena stagione estiva, prima ancora del Piano Comunale del Coste definitivo, senza aver predisposto un “piano pontili” - previsto tra l’altro dal programma amministrativo - e senza condivisione con tutti i portatori d’interessi. Pochissimi anche i giorni per trovarsi pronti a partecipare ai bandi, infatti già il 12 luglio scadono i termini di presentazione delle domande. L’urgenza, a quanto pare, è data da 2 diffide di cittadini privati all’Amministrazione comunale: da quando il singolo privato detta l’agenda dell’azione amministrativa?

Abbiamo letto, un mese fa, di pontili autorizzati “direttamente” senza bando in via Sant’Isidoro, ci chiediamo: 2 pesi e 2 misure? Chiediamo subito al Sindaco la sospensione/ritiro dei bandi e per lo stesso obiettivo promuoviamo delle adesioni tra i cittadini per un ricorso collettivo al TAR perché non ravvisiamo assolutamente l’urgenza a procedere, specie nel caso della concessione nel centro storico che, di fatto, trasforma il suo litorale da storico borgo marinaro costituito da pescatori e barche da pesca in un ampio “ammassamento” di piccoli motoscafi.

Non siamo contrari allo sviluppo di Porto Cesareo ma non si fa così: in “solitudine” (tra l’altro ci sono palesi malumori nella stessa maggioranza), con poca trasparenza e democrazia sostanziali, in un modo così “accentrato” perché migliaia di metri quadrati andranno a un unico vincitore del bando - preferiremmo una gestione pubblica o perlomeno un frazionamento della concessione per soggetti diversi - e soprattutto non si fa all’improvviso prima ancora del Piano Comunale delle Coste dove giacciono da mesi e mesi le numerose osservazioni di ben 60 persone, a cosa sono servite allora? Faremo il possibile per raddrizzare una situazione, secondo noi, ingiusta. Per le adesioni scriveteci o contattaci. Porto Cesareo, 3 luglio 2017.

I consiglieri di opposizione di Porto Cesareo (LE) Luigi Fanizza, Stefano My, Francesco Schito, Monica Viva. N.B.

Di seguito indichiamo il link per leggere i 2 bandi pubblici: https://www.comune.portocesareo.le.it/item/bandi-per-l-affidamento-di-concessioni-demaniali-marittime-con-finalita-turistico-ricreativa-ad-uso-nautica-da-diporto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento