Politica

L’opposizione esulta: “Anche nel 2012, Uggiano resta nell’Anci”

Il gruppo di opposizione “Progetto Futuro”, attraverso una nota ufficiale, avverte la cittadinanza sulle evoluzioni dell’uscita dall’Anci: un errore di destinatario avrebbe rinviato al 2013 il recesso. Piconese, però, smentisce

UGGIANO LA CHIESA – Evoluzioni importanti nella vicenda della fuori uscita di Uggiano La Chiesa dall’Anci, l’associazione nazionale dei comuni italiani. Secondo quanto riporta il gruppo di opposizione, “Progetto Futuro”, anche nel 2012 il Comune resterà nell’Anci, chiedendo al sindaco, Salvatore Piconese, di pubblicare la comunicazione di Anci nazionale del 14 dicembre scorso, protocollata al comune il 21 dicembre successivo.

Nel frattempo, però, i consiglieri di minoranza anticipano il contenuto della stessa comunicazione: “Anci nazionale – si legge nella nota del gruppo -, che ha ricevuto solo per conoscenza la comunicazione del recesso del nostro comune, ha espresso il proprio rammarico per questa decisione e ha manifestato la disponibilità a sgravare le quote associative in caso di difficoltà finanziarie del nostro comune per consentirci di rimanere comunque associati, essendo Uggiano fra i soci fondatori di Anci”.

“Ci dispiace – proseguono dall’opposizione - che a livello nazionale il sindaco abbia fatto fare alla nostra amata Uggiano la figura del Comune poveraccio che non ha neanche mille euro per pagare la quota annuale Anci (meno di 30 centesimi per abitante), mentre, proprio in questi giorni, lo stesso sindaco ha speso 1.500 euro in francobolli per spedire i calendari in tutto il mondo, continuando a sperperare i nostri soldi in attività di propaganda per se stesso”.

Secondo l’opposizione, ora il sindaco non avrebbe più giustificazioni per uscire dall’associazione dei comuni, essendo venuta meno con l’offerta di sgravio delle quote la ragione su cui aveva fondato la propria decisione: “Non ha più scuse – dichiarano dall’opposizione - per motivare la sua scelta scellerata. La delibera di recesso va revocata subito. Lo invitiamo a convocare con urgenza un consiglio comunale per deliberare la revoca”.

Quindi, chiariscono un ulteriore “dettaglio tecnico” che avrebbe svolto un ruolo determinante in questa evoluzione: “In ogni caso, Uggiano resterà nell’Anci nel 2012 – spiegano - perché il sindaco ha sbagliato a spedire la delibera. Accecato dalla fretta di far perdere il requisito della vicepresidenza di Anci Puglia a Cristina Rizzo ha sbagliato destinatario. Ed Anci nazionale ha precisato che se il sindaco, malgrado l’offerta di sgravio delle quote, dovesse confermare la sua decisione di recedere dall’Anci, dovrà spedire correttamente la delibera ma, essendo scaduti i termini per il 2012, il recesso avrà efficacia nel 2013”.

“Siamo convinti – proseguono - che questa notizia farà piacere a tantissimi cittadini che non hanno condiviso l’insana decisione del sindaco ed auspichiamo che quanto accaduto faccia riflettere tutto il gruppo consiliare di maggioranza e lo induca ad assumere le conseguenti decisioni nell’interesse della comunità amministrata e non con finalità persecutorie nei confronti di qualcuno”. “La sana politica – concludono dall’opposizione - è servizio, l’insana politica è abuso di potere”.

Il sindaco rimanda ai prossimi giorni una risposta “punto per punto” rispetto a quanto esposto dall’opposizione. Tuttavia, ha voluto precisare di aver comunicato stamattina all’Anci che il recesso del Comune di Uggiano La Chiesa sarà effettivo nei termini di legge dal prossimo 1° gennaio 2012. Inoltre, non ci sarebbe stato “alcun errore di destinatario”, ma dall’Anci, in “un eccesso di formalismo”, come definito da Piconese, gli avrebbero contestato l’invio della delibera attraverso “posta celere” piuttosto che con “raccomandata con ricevuta di ritorno”.

Quanto alle cifre spese sui francobolli, il primo cittadino chiarisce che siano 1200 euro. Quindi, dichiara: “Comprendo che Cristina Rizzo, quando si tratta dell’Anci, viene accecata dal nervosismo e spesso questo la induceComune-6-2-3 a confondersi e sbagliarsi. La invito a ritrovare serenità e a leggere bene la comunicazione ed a informarsi meglio sulle cifre che sbandiera”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’opposizione esulta: “Anche nel 2012, Uggiano resta nell’Anci”

LeccePrima è in caricamento