Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

La bandiera d'Italia issata nelle acque di San Foca contro il progetto Tap

Iniziativa simbolica di ambientalisti e cittadini, per sottolineare l'inadempienza delle istituzioni a difesa del territorio e della virtuosità dell'economia locale: sui luoghi del gasdotto per ribadire il no all'infrastruttura

San Foca (MELENDUGNO) - La bandiera d'Italia issata in mare dai cittadini, nelle acque di San Foca, a sottolineare l’inadempienza delle istituzioni a difesa del territorio e della virtuosità di un'economica fondata su cultura, paesaggio tipico, salubrità, agricoltura e turismo. I cittadini e gli ambientalisti si sono dati appuntamento questa mattina, sulla costa di San Foca, presa di mira dalle multinazionali del gas come luogo di approdo del gasdotto Tap, in una manifestazione simbolica, a bordo dei tradizionali gozzi dei pescatori, per riaffermare il valore della territorialità salentina.

In mare è stata simbolicamente posta una boa galleggiante con issata la bandiera nazionale italiana, per ricordare alle istituzioni tutti i doveri disattesi di tutela dei cittadini, della salute, del territorio e del mare.

Alla manifestazione hanno preso parte Elisabetta Zamparutti (candidata come capolista di Amnistia Giustizia Libertà alla Camera dei deputati in Puglia), le cui interrogazioni parlamentari contro il gasdotto nel basso Salento, sono state ignorate dal governo, Sergio D’Elia, fondatore dell’associazione Save Salento e candidato nella lista per la Camera Amnistia Giustizia Libertà (per gli esponenti dei radicali la manifestazione chiude di fatto la campagna elettorale sul territorio), rappresentanti degli operatori turistici di Melendugno, i biologi per la difesa di un sito costiero che è sede prioritaria di nidificazione della iper-protetta tartaruga marina Caretta caretta, i pescatori, i rappresentanti dei comitati ambientalisti locali, i rappresentanti delle amministrazioni di Melendugno e Vernole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bandiera d'Italia issata nelle acque di San Foca contro il progetto Tap

LeccePrima è in caricamento