La Capone pungola Fitto e riafferma il suo programma

Alla luce della scelta su Gabellone la candidata del centrosinistra rimarca: "Diritto di esclusiva esercitato da Forza Italia nella scelta del candidato". Poi stila le sue linee: "Noi per le famiglie"

Loredana Capone durante il recente comizio, alla presenza di D'Alema.
Ora che anche il Pdl ha il suo candidato, nella battaglia a colpi di voti per il trono di presidente di Palazzo dei Celestini, la campagna elettorale entra realmente nel vivo. Lo stesso centrosinistra era ovviamente in fervida attesa di sapere se lo schieramento avversario avrebbe messo in campo Lorenzo Ria (facendo proseguire tutti i veleni del caso fino alla soglia del voto, e sicuramente anche oltre), o se avrebbe alla fine individuato qualcuno all'interno della propria famiglia "storica". Alla fine il centrodestra si è bene o male coeso tutto attorno ad Antonio Gabellone, e dopo gli elogi che la circostanza ha imposto, all'interno del Pdl, ecco l'intervento di Loredana Capone, che, sostenendo con un artificio retorico di non voler far polemica sulla scelta, di fatto getta ovviamente il sasso. "Dopo la candidatura ufficiale di Antonio Gabellone non voglio fare polemica con il Popolo della Libertà e non voglio sottolineare il diritto di esclusiva esercitato da Forza Italia nella scelta del candidato - commenta - , che ha messo ai margini l'altro partito confluito nella nuova esperienza politica. Sono convinta che ciascun salentino voglia guardare alla prospettiva della Provincia, al ruolo dell'ente nel Salento, alla nuova missione che può esercitare".

Entra così nel vivo dei suoi propositi e parte dal periodo storico attuale. Non certo felice per le famiglie. "Credo che in un periodo di grande difficoltà come questo per tutto il Paese - sottolinea infatti Loredana Capone -, con una forte contrazione dei consumi, ci siano molte famiglie da sostenere, soprattutto quelle numerose e che vivono in situazioni di disagio economico. Solo nella nostra regione sono circa 22 mila i nuclei familiari con più di quattro figli che hanno una dichiarazione Isee inferiore ai 20 mila euro. Moltissimi vivono nel Salento. In questi anni abbiamo dimostrato una particolare attenzione per queste fasce deboli con interventi mirati e concreti. Ci proponiamo di continuare questa politica - aggiunge -, rafforzando gli interventi sociali necessari a sostenere le giovani coppie così come le famiglie numerose".

"Con il Microcredito di solidarietà, abbiamo aiutato 231 famiglie salentine, molte delle quali lamentavano un disagio tale da non riuscire a mantenere i figli. L'Osservatorio provinciale delle politiche sociali - prosegue Loredana Capone -, in rete con l´Osservatorio regionale, ci ha permesso di monitorare il disagio, conoscere i bisogni della popolazione salentina e verificare come i problemi non siano solo economici, ma anche di relazione. Le difficoltà di dialogo con i figli aumentano il rischio di esclusione e aggravano le ripercussioni della crisi economica e della mancanza di lavoro. Per questo abbiamo istituito il Centro risorse per la famiglia con il quale potremo sostenere le coppie, aiutarle nel rapporto interno e con i figli. Anche la Regione Puglia si muove con grande attenzione su questi temi. Esprimo grande soddisfazione per il nuovo programma di iniziative dedicato alle famiglie numerose promosso dall´assessore regionale Elena Gentile con cui sono stati stanziati ben 5,5 milioni di euro per ridurre le tariffe di beni e servizi, introdurre sconti nei negozi, agevolazioni e riduzioni di imposte e tasse locali. Sono provvedimenti - spiega - che rafforzano la continua collaborazione tra Regione e Provincia di Lecce".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' anche nell'ottica della prosecuzione di un contatto diretto con la Regione, di centrosinistra, che Loredana Capone lascia intendere di voler chiedere la fiducia dei salentini. "Per la mia storia personale - dice -, capisco bene le difficoltà delle famiglie numerose, soprattutto quando i genitori, e in questo momento purtroppo sono molti, perdono il lavoro. Queste e le altre iniziative varate in questi anni consegnano un messaggio di speranza e una concreta possibilità di guardare al futuro. E su quel futuro la Provincia deve continuare a lavorare. Perché - conclude - come diceva Eleanor Roosevelt: ‘Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni'". Atteso che per il terzo Polo, i programmi di Adriana Poli Bortone sono già abbastanza chiari, ora si attende di iniziare a conoscere quali saranno i punti di forza della campagna di Gabellone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento