Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

La Cogei: "La colpa è della pubblica amministrazione"

Sbloccati i pagamenti agli operatori della raccolta dei rifiuti, l'azienda insiste sulle posizioni già note: "Inefficienza ed eccesso di burocrazia". Comunisti italiani: "Pagato solo mese di giugno"

palazzocomunaleugento-2

UGENTO - Dopo il pagamento di una parte degli arretrati dovuti ai lavoratori impiegati ad Ugento nella raccolta dei rifiuti, l'azienda interviene per ribadire il punto di vista già espresso all'inizio di questa lunga vertenza che può essere riassunta nella metafora dell'effetto domino, per cui le inefficienze di una filiera si ripercuotono sugli operatori - esasperati da difficoltà economiche continue conseguenti ai mancati pagamenti - e sui cittadini, costretti a fare i conti con i disservizi di un settori strategico come quello dei rifiuti.

"Tale situazione - è scritto in un comunicato a firma dell'amministratore delegato - è stata causata dalla inefficienza della pubblica amministrazione, sia a livello centrale che periferico. Inefficienza ed eccesso di burocrazia, volutamente e caparbiamente ricercate al fine di creare ulteriori difficoltà alla già precaria situazione finanziaria che attanaglia le imprese italiane, oltre ad allontanare gli investitori europei e stranieri dal mercato italiano, sono causa diretta ed immediata dello stato di criticità in cui oggi versano le aziende italiane, molte delle quali sono sull'orlo del fallimento per i debiti che sono costrette ad assumere a causa dei mancati accordi contrattuali, dei ritardi o dei mancati pagamenti delle pubbliche amministrazioni".

Lo sblocco della situazione è avvenuto dopo una serie di incontri tra il legale del consorzio, Venerando Monello e il presidente dell'Ato Lecce 3, Francesco Ferraro ma per il futuro nessuna certezza tanto che la nota aziendale si chiude auspicando per il futuro "una migliore e proficua collaborazione con l'Ato al fine di scongiurare il ripetersi di situazioni di protesta".

Recentemente il consigliere dei Comunisti italiani, Angelo Minenna, ha diffidato il Comune di Ugento e l'Ato Lecce 3 "a pagare le spettanze dovute all'azienda titolare dell'appalto per la raccolta dei rifiuti solidi urbani nel territorio di Ugento, se non prima l'aver stornato tutte le somme direttamente e ai lavoratori stessi, compresi gli accantonamenti Tfr ai vari enti a cui aderisce il personale dipendente del cantiere di Ugento (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=28938)".

Nota dei Comunisti italiani: "Pagato solo il mese di giugno".

Dal Partito dei Comunisti italiani, sezione di Ugento, arriva una decisa correzione al comunicato aziendale: "Sinceramente, non capiamo quali siano i meriti di Cogei d fronte alla parziale, e sottolineiamo parziale, risoluzione di questa vertenza. Forse Cogei, nel suo comunicato, si riferisce al merito di pagare, dal 2006 ad oggi, costantemente i lavoratori in ritardo? Se è così, allora, non possiamo che dare ad essa ragione. Concordiamo con l'azienda quando chiama in causa, invece, Ato Le 3 e Comune di Ugento, spesso timidi nel difendere le ragioni dei lavoratori e del territorio. Il Sindaco Lecci ed il Presidente Ferraro avrebbero già da tempo, come più volte sollecitato ed invitato dal PdCI e dai sindacati, dovuto attivare ogni procedura volta al pagamento diretto degli stipendi di operai e personale tecnico amministrativo del cantiere di Ugento".

"La nostra presa di posizione - si veda la diffida in tal senso del 19 luglio, firmata dal nostro Consigliere Comunale Angelo Minenna, nella quale si chiede di togliere dal canone che puntualmente il Comune di Ugento versa all'ATO LE/3, la parte spettante ai lavoratori e di versarla subito e direttamente ad essi all'atto del pagamento dello stipendio, unita a quella forte dei lavoratori e dei sindacati Usb ed Ugl - ha fatto sì che sia stato pagato ai lavoratori almeno il mese di giugno. Resta l'incognita per il mese di luglio, per la quattordicesima e, a questo punto ci verrebbe da pensare visto lo stato in cui versano le casse del consorzio Cogei anche del mese di agosto."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cogei: "La colpa è della pubblica amministrazione"

LeccePrima è in caricamento