Giovedì, 18 Luglio 2024
Il dibattito

Ciucci sceglie Poli Bortone ma l’indicazione di voto spacca il suo gruppo

La decisione del candidato sindaco della lista “Diritti e Libertà” non piace ai suoi stessi sostenitori che invece privilegiano la volontà di non esprimere alcuna preferenza per i contendenti al secondo turno

LECCE - L’indicazione di voto che divide e che non convince: la decisione di Agostino Ciucci, dirigente medico, di esprimere una posizione a favore della senatrice Adriana Poli Bortone nel prossimo turno di ballottaggio di domenica 23 e lunedì 24 giugno, fa discutere all’interno del suo stesso gruppo, quello che ha dato vita alla lista “Diritti e libertà”.

La discussione sarebbe stata complessa e ha portato a una spaccatura di visioni: nel gruppo, infatti, la convinzione predominante è quella di non votare nessuno tra Salvemini e Poli Bortone, mentre il candidato sindaco al primo turno ha inteso fare un’indicazione esplicita per la ex senatrice.

In un clima, dunque, animato, risulta chiaro che non sia corretto dire che la lista Ciucci sostenga la candidata del centrodestra al ballottaggio, ma che l’indicazione di voto sia una volontà personale del medico, che ha addotto come motivazioni la condivisione di alcuni punti del programma della Poli Bortone, specificando di non poter appoggiare Salvemini, perché, a suo dire, non si sarebbe sufficientemente impegnato per “rappresentare i cittadini” e “garantire i diritti costituzionali”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciucci sceglie Poli Bortone ma l’indicazione di voto spacca il suo gruppo
LeccePrima è in caricamento