La scoperta dopo un secolo: quando Lecce aiutò Lecce Nei Marsi dopo il terremoto

Il primo cittadino abruzzese, Gianluca De Angelis, ha scritto una lettera al sindaco Paolo Perrone, per invitarlo a partecipare alle celebrazioni che si svolgeranno il 13 del gennaio del 2015. Grazie ai fondi dal Salento, furono edificate palazzine che hanno resistito fino agli anni '70

Una recente immagine del terremoto in Abruzzo (@TM News/Infophoto).

LECCE – Nel mondo della comunicazione globale di quel gesto di solidarietà oggi si saprebbe di tutto e di più, fino ad essere seppelliti dalle informazioni.

C’è voluta invece una ricerca storica negli archivi per scoprire che dopo il 1915 la città di Lecce fu assolutamente in prima fila, spinta forse da quello che potrebbe sembrare un segno del destino, un nome che inevitabilmente le avvicina, nella ricostruzione di Lecce Nei Marsi, cittadina in provincia dell'Aquila che fu colpita da un devastante terremoto.

Il primo cittadino abruzzese, Gianluca De Angelis, ha quindi ritenuto doveroso scrivere una lettera al sindaco Paolo Perrone, per invitarlo a partecipare alle celebrazioni che si svolgeranno a Lecce Nei Marsi il 13 del gennaio del 2015, cioè al compimento di un secolo esatto dalla catastrofe.

“Tutta la Marsica in provincia dell'Aquila – ricorda il sindaco De Angelis - fu colpita da un violento terremoto di gravi proporzioni che distrusse quasi interamente il territorio del Fucino da Avezzano e tutti i piccoli centri”. Eventi, purtroppo, che in Abruzzo sono avvenuti anche di recente, essendo una zona sismica.

“Anche il mio piccolo paese, Lecce Nei Marsi, fu coinvolto in maniera massiccia in questo triste evento. Dalla documentazione in nostro possesso, perlopiù scarsa – spiega -, risulta che il peso maggiore della ricostruzione negli anni successivi lo sopportò la vostra città di Lecce".

"Forse per il nome che ci accomunava e che ci accomuna, la popolazione del Salento, con la città di Lecce in prima fila, spinta da un forte spirito di solidarietà, si adoperò per la raccolta di fondi ingenti che inviò da noi e grazie ad essi fu possibile costruire numerosissimi alloggi per una sistemazione temporanea della popolazione cosi gravemente colpita. Questi alloggi sono stati abbattuti solo negli anni '70, ma per mezzo secolo sono stati la nostra salvezza e di questo vi saremo eternamente grati”.

“Il prossimo 13 gennaio 2015 - conclude il primo cittadino di Lecce Nei Marsi, Gianluca De Angelis - ricorre il centenario del terremoto; in ricordo del vostro impegno e del vostro spirito di solidarietà e per un ringraziamento, seppur postumo e forse fuori tempo, ho il piacere di invitarla per tale data in occasione delle celebrazioni che si terranno anche nel nostro paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo invito vuole non solo colmare una nostra gravissima lacuna nei vostri confronti che dura ormai da un secolo, ma, almeno nelle nostre intenzioni, vorrebbe essere l'occasione per stringere un rapporto duraturo per gli anni a venire basato su uno spirito di dialogo e di collaborazione per quanto è nelle nostre possibilità”. Il sindaco Paolo Perrone ha ovviamente accettato l’invito, assicurando la presenza in rappresentanza dell’intera comunità leccese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento