Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

La voce degli esponenti politici: “Evitare fughe in avanti ma anche i pregiudizi”

Massimo Alfarano, consigliere comunale di Forza Italia, invita a comprendere il senso complessivo dell'investimento per la creazione di un centro accademico islamico: "L'integrazione passa dall'accettazione di regole sociali alla base della collettività"

Massimo Alfarano.

LECCE - Ci sono temi ed argomenti che abbisognano di dibattiti seri e approfonditi, che tengano ben in conto le conseguenze delle decisioni che si vanno ad assumere. Senza un criterio di responsabilità nei confronti di Lecce e del Salento non ha senso discutere sulla istituzione dell’Università Islamica nella nostra città visto che non stiamo parlando di un percorso formativo all’interno dell’Ateneo salentino, bensì della creazione di una vera e propria enclave culturale autonoma.

Non abbiamo certo bisogno di Salvini e della Lega per affermare, con cognizione di causa, che senza un dibattito ampio e diffuso alcune scelte non possono essere innestate con superficialità sul nostro territorio. Sarebbe importante, pertanto, che noi amministratori evitassimo inopportune fughe in avanti o retromarce aprioristiche e bene si sta facendo in queste ore ad accendere i fari del confronto. Le politiche di integrazione, fondamentali nella società del presente e del futuro, passano dalla condivisione di un percorso comune di accettazione di regole sociali necessarie a tenere in piedi il tessuto della collettività.

Se non si comprendono la tipologia dell’investimento che c’è dietro all’Università Islamica, gli obiettivi, le modalità organizzative e le procedure organizzative di cosa si può parlare? Abbiamo tutti il dovere di capire ogni singola sfaccettatura della questione che non deve essere inquadrata dal punto di vista delle dinamiche di accoglienza (terreno sul quale Lecce e il Salento hanno molto poco da imparare), bisogna evitare, invece, lo scontro culturale attraverso il dibattito alla luce del sole di tutti gli attori della vicenda.

Siamo solo all’inizio del confronto e sarebbe importante che la politica non desse l’immagine di uno sfilacciamento al quale la città non merita di assistere. Su temi così importanti l’istituto referendario, come giustamente sottolineato dal Capogruppo di Forza Italia al Comune di Lecce Damiano D’Autilia, è una risorsa da tenere nella dovuta considerazione.  

Massimo Alfarano - consigliere comunale Fi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voce degli esponenti politici: “Evitare fughe in avanti ma anche i pregiudizi”

LeccePrima è in caricamento