Politica Uggiano La Chiesa

Lavoratori ex Lsu: mobilitazione passa anche ad Uggiano

Nel consiglio comunale cittadino vengono sollecitati i ministeri competenti per una risoluzione sulla mobilitazione dei 13mila e 500 ex lsu nelle scuole: deliberazione a sostegno dei lavoratori

Municipio_Uggiano

UGGIANO LA CHIESA - Il Consiglio Comunale di Uggiano La Chiesa, per volontà del sindaco Salvatore Piconese, nella seduta del 22 marzo scorso, ha deliberato il sostegno alla mobilitazione degli ex Lsu che operano e garantiscono il servizio di pulizia nelle scuole, sollecitando i Ministeri del Lavoro, dell'Economia e dell'Istruzione, a trovare una soluzione immediata alla grave condizione lavorativa in cui versano 13mila e 500 lavoratori operanti nelle Regioni centro-meridionali, che dal prossimo mese di luglio rischiano di trovarsi in una situazione di precarietà a causa dell'annunciata riduzione delle risorse per garantire il servizio di pulizia in oltre 4mila scuole d'Italia.

La scelta dell'amministrazione comunale è l'unica nel panorama politico-amministrativo salentino ad investire direttamente il consiglio con un ordine del giorno ad hoc, schierandosi dalla parte dei lavoratori, facendosi, al contempo, portavoce delle loro rivendicazioni presso le autorità competenti.
Durante i lavori dell'assise si è deciso, su proposta dell'assessore alle Politiche Sociali, Tonino Nicolazzo, di investire della problematica anche tutti i parlamentari della provincia di Lecce, sia di centrosinistra che di centrodestra, inviando così anche a loro una copia della delibera del Consiglio comunale di Uggiano La Chiesa.

Un atto importante che dimostra la sensibilità dell'amministrazione comunale sul tema del lavoro e dell'occupazione: "Mandiamo un messaggio di solidarietà alle famiglie dei lavoratori - afferma il sindaco Piconese - che da più settimane sono in mobilitazione per garantirsi un futuro dignitoso. Il Comune di Uggiano La Chiesa sostiene così la loro lotta presso le istituzioni competenti estendendo l'invito all'intera compagine parlamentare salentina".

"La scelta - prosegue - di portare la questione sociale e umana di 13mila e 500 lavoratori in Consiglio Comunale è un segno di civiltà politica, invito gli altri sindaci a fare lo stesso poiché il futuro di questi lavoratori investe direttamente le comunità locali in cui essi vivono e risiedono".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori ex Lsu: mobilitazione passa anche ad Uggiano

LeccePrima è in caricamento