Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica Vico dei Fedele

Materiale accantonato dopo i lavori: disagio per i locali di piazzetta Castromediano

Un telo di plastica copre alcuni basoli oggetto di intervento nelle scorse settimane con la chiusura di via Rubichi. A pochi metri, in piena attività nel clou dell'estate, attività di ristorazione. Per Paolo Foresio, del Pd, l'ennesima dimostrazione di superficialità della giunta comunale

LECCE - Dopo la chiusura di via Rubichi, anche la riapertura provoca malumori. Non sono stati ancora rimossi, infatti, i basoli oggetto dei lavori che per diversi giorni hanno comportato la chiusura delle strada.

Il materiale, coperto da un telo di plastica, e segnalato da transenne, si trova a pochi metri da due locali pubblici: una situazione spiacevole secondo il capogruppo del Pd, Paolo Foresio, "in barba alle più elementari norme igieniche visto che, se si alza un alito di vento, sui tavoli arriva la polvere". Per l'esponente dei democratici leccesi si tratta dell'ennesima dimostrazione di superficialità nell'azione amministrativa: "D'altra parte, basta passeggiare per Lecce per avere contezza di quanto la città sia abbandonata".

La scelta del governo cittadino di far partire i lavori di rifacimento del basolato in piena stagione estiva aveva generato qualche protesta, anche se l'involontaria pedonalizzazione di via Rubichi (eccezion fatta per i residenti e gli ospiti delle strutture di piazzetta Castromediano) aveva regalato ai leccesi l'immagine di come sarebbe quella zona finalmente liberata dal continuo flusso di auto. La strada in questione fa invece parte di quel percorso che, partendo da via Fazzi e terminando a Porta Napoli, permette di tagliare in auto il centro storico, senza aver bisogno di alcuna autorizzazione dalle 7 alle 21. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materiale accantonato dopo i lavori: disagio per i locali di piazzetta Castromediano

LeccePrima è in caricamento