Borgo antico, Comune e Soprintendenza “salvano” i vecchi basoli

Dopo l’allarme di alcuni cittadini l’amministrazione ha avviato tutte le procedure per salvaguardare l’antico basolato in via Paraporti

GALATONE - Lavori in corso per le vie cittadine e anche tra i meandri del centro storico di Galatone, ma i residenti di via Paraporti, che avevano lamentano il pericolo per il danneggiamento dei vecchi basoli, ora possono tirare un sospiro di sollievo.

Come garantito da subito dall’amministrazione comunale, e in particolare  dall’assessore con delega ai Lavori pubblici, Biagio Gatto, e di concerto con la Soprintendenza ai beni artistici e architettonici, il tratto del manto stradale dl borgo antico sul quale sono riaffiorati pezzi dell’antico basolato verrà preservato e salvaguardato e le colate di asfalto già posizionate saranno adeguatamente rimosse. Un’accortezza sulla quale l’amministrazione guidata dal sindaco Flavio Filoni ha prestato da subito attenzione recependo le sollecitazioni e le segnalazioni lanciate da alcuni cittadini.

Lo stesso assessore comunale, Biagio Gatto, ha inteso intervenire per spiegare nel dettaglio quanto accaduto in questi giorni in relazione ai lavori in corso e per sgomberare il campo da fuorvianti interpretazioni. “Il 19 settembre scorso durante l’esecuzione di un intervento urgente si è proceduto ad effettuare la scarifica del manto stradale in quanto ammalorato e in taluni tratti sgretolato” chiarisce l’assessore Gatto, “e in questa fase preliminare del lavoro è stato rinvenuto un tratto di basolato posato circa 50 anni fa. Nella stessa mattinata, poche ore dopo l’inizio dei lavori, anche a seguito delle segnalazioni di cittadini ho provveduto ad avvisare prontamente il dirigente Mauro Bolognese, il quale ha disposto la sospensione immediatamente dei lavori invitando la Soprintendenza ad effettuare un sopralluogo per verificarne lo stato ed eventualmente indicare un processo idoneo per la continuazione dei lavori”.

L'assessore Biagio Gatto-2Dopo circa una settimana la Soprintendenza ha risposto alle sollecitazioni poste da palazzo dei Domenicani e, dopo aver verificato che l’intervento in esecuzione non aveva provocato nessun danneggiamento ai basoli, ha autorizzato la prosecuzione degli interventi di manutenzione straordinaria del manto stradale nel rispetto di alcune condizioni. La prescrizioni, che il Comune ha subito riversato alla ditta esecutrice dei lavori prevedono testualmente che “non si dovrà procedere al previsto rispristino del manto bituminoso mediante nuova posa di rivestimento stradale; dovrà essere conservato il tratto di basolato lapideo rinvenuto; sono ammesse misure provvisorie al fine di garantire la funzionalità della sede stradale, quali: il mantenimento di tratti di bitume non ancora rimosso e la posa localizzata di nuovo manto bituminoso; ogni lavorazione dovrà essere eseguita in modo cauto al fine di non danneggiare il basolato originale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Filoni e l’assessore Gatto hanno così inteso rassicurare i cittadini sulla salvaguardia dell’antico basolato e hanno  ribadito “la netta e ferma volontà dell’amministrazione tutta di operare, non solo per quanto concerne la salvaguardia del patrimonio architettonico, storico e culturale, ma in generale prendendo sempre e solo le decisioni migliori per Galatone attraverso, in primis, una presa di coscienza collettiva. Inoltre” aggiunge  l’assessore Biagio Gatto,  “l’amministrazione si è attivata aprendo un canale di dialogo con gli uffici di competenza, per poter partecipare con dei progetti seri ai futuri bandi regionali con il solo fine di recuperare e valorizzare il patrimonio storico e architettonico della città. Ai cittadini chiedo di starci vicino” concludono all’unisono Filoni e Gatto, “discernendo la realtà dalle speculazioni che hanno come fine quello di generare risentimento verso l’amministrazione stessa. Talvolta, capita che vi sia una difficoltà di comunicazione diretta tra la politica e la comunità. E’ vero, stiamo lavorando anche su questo: eliminare le barriere che impediscono una comunicazione diretta tra politica e cittadino”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

  • Impatto micidiale, sette coinvolti: ragazza in codice rosso per dinamica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento