Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Le marine leccesi si rifanno il look in vista del week-end di Pasqua

Pulizie speciali fra Torre Rinalda, Spiaggiabella, Frigole e San Cataldo. E l'assessore Guido chiede l'aiuto dei cittadini

Curiosa scritta con lo spray su un pannello, fra le erbacce lungo la Lecce-San Cataldo. E' davvero questo il Sud?

LECCE - L’assessorato comunale alle Politiche ambientali si sta attivando in vista di Pasqua, quand’è previsto il primo, importante afflusso di visitatori locali e turisti, per ripulire le marine leccesi.

“Per quanto concerne l’aspetto più igienico sanitario - fa sapere l’assessore Andrea Guido, - gli interventi, riguardano, oltre la deblattizzazione, antipulci e anti-zecche, anche e, soprattutto, le disinfestazioni anti-larva e anti-alato”. Fra i problemi principali, quello delle zanzare, che non riguarda più soltanto la stagione estiva. “Rappresenta un fenomeno in recrudescenza, provocato essenzialmente dal cambiamento delle condizioni climatiche, da quella che gli esperti definiscono tropicalizzazione”. “Debellare la presenza delle zanzare a Lecce e nelle marine, quindi, è impossibile. Il problema c’è e rimarrà, si tratta solamente di lavorare per contenerlo il più possibile”, dice Guido. 

A Torre Rinalda, Spiaggiabella, Frigole e San Cataldo sono iniziati anche gli interventi di sfalcio delle erbe e diserbo e di riqualificazione dei percorsi pedonali. Si sta provvedendo inoltre alla spollonatura degli alberi vicino alle strade e d rampicanti infestanti per preservare l’immagine. 

“Nelle more della conclusione della gara d’appalto da 1 milione e centomila euro che ci farà dormire sonni tranquilli per i prossimi quattro anni, avvalendoci del mercato elettronico per le pubbliche amministrazioni – aggiunge l’assessore -, abbiamo dato il via al procedimento di affidamento sotto soglia del servizio di pulizia delle spiagge di tutte le marine con interventi di raccolta manuale dei rifiuti sugli arenili e sui cordoni dunali e la rastrellatura e vagliatura con mezzi meccanici della sabbia”. 

Lo scopo, appunto, è far sì che le marine si presentino salubri per il week-end di Pasqua. E l’amministrazione chiede aiuto ai cittadini, contribuendo con comportamenti consoni a “non vanificare gli sforzi effettuati”. Per Guido “deve essere un impegno morale per tutti”. 

“Il nuovo appalto di quattro anni, invece - conclude - quello definitivo, sarà operativo per l’inizio della prossima estate e porterà nelle nostre marine diversi servizi migliorativi come la pulizia di sostegno (manuale delle spiagge e delle scogliere), delle dune, dell’avanduna e del retroduna, la fornitura, il posizionamento e lo svuotamento quotidiano di contenitori portarifiuti e mini isole ecologiche, la rimozione di sabbia su sede stradale e riposizionamento, la rimozione della Posidonia spiaggiata, il posizionamento di cartellonistica per la comunicazione sul corretto utilizzo e mantenimento della pulizia della spiaggia e, infine, molto importanti, i servizi occasionali e di emergenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le marine leccesi si rifanno il look in vista del week-end di Pasqua

LeccePrima è in caricamento