Politica

L'ultimo atto dell'assessore uscente Guido: tre nuove isole ecologiche

Le nuove vasche saranno destinate a soddisfare particolari esigenze dei quartieri Mazzini e Stadio e del rione Santa Rosa

Lecce, via Costadura: una delle vache.

LECCE - Arrivano tre nuove isole ecologiche a Lecce. Saranno interrate e avranno una capienza di mille e 700 litri per ogni frazione: organico, secco residuo, carta, plastica e vetro/metalli. È l’assessore uscente alle Politiche ambientali, Andrea Guido, a darne notizia. Le isole, finanziate per un totale di 423mila 500 euro circa, sono destinate a soddisfare particolari esigenze dei quartieri Mazzini e Stadio e del rione Santa Rosa.

Con la legge regionale 25 del 18 ottobre 2016 il Consiglio, in attesa di completare il ciclo dei rifiuti pugliese, ha deciso di utilizzare il 50 per cento del gettito annuale derivante dall’applicazione del tributo speciale per il deposito in discarica destinandolo a quei comuni che, per sopravvenute carenze impiantistiche, sostengono maggiori oneri per il trasferimento e il conferimento dei rifiuti solidi urbani.

Il 15 novembre scorso, poi, il commissario ad Acta, Gianfranco Grandaliano, ha specificato che ogni Comune avrebbe potuto presentare una proposta di utilizzo della risorsa entro il termine del 10 dicembre. Gli uffici dell’assessorato alle Politiche ambientali, quindi, il 9 dicembre 2016, agendo in tempi ridotti, hanno trasmesso al Servizio ciclo dei rifiuti e bonifica della Regione una proposta progettuale denominata “Infrastrutture e servizi a supporto dell’incremento della raccolta differenziata nella Città di Lecce”. 

“Dopo diversi intoppi presso gli uffici regionali, l’abrogazione della stessa legge numero 25 del 2016 in base alla quale sarebbero state assegnate le risorse ai comuni richiedenti - commenta Andrea Guido - arriva ieri sera il decreto del commissario ad acta numero 49, datato 26 giugno, che sblocca una situazione di stallo che si perpetrava dallo scorso febbraio e che ci aveva quasi fatto perdere le speranze”.

“Il progetto preliminare redatto dagli uffici prevedeva una spesa totale di 429 mila euro, a fronte dei quali oggi la Regione ha riconosciuto ben 423 mila euro di finanziamento. Posso ritenermi soddisfatto – prosegue Andrea Guido - spero che queste tre isole possano giovare al mio successore nella gestione del sistema porta a porta”.

“L’istallazione dei tre sistemi interrati potrebbe facilitare la raccolta, ma soprattutto il conferimento, laddove sono state rilevate determinate criticità, le cinque vasche, ai sensi del progetto preliminare, potrebbero essere utilizzate a seconda delle peculiari esigenze della zona Mazzini, Stadio e Santa Rosa”.

“Lascio in eredità all’amministrazione entrante una percentuale di differenziata più che soddisfacente, il 62 per cento, e sono sicuro che chi arriverà al mio posto coglierà quanto di buono ho realizzato negli ultimi cinque anni, proseguendo, se lo riterrà opportuno, con fermezza e decisione verso gli obiettivi della sostenibilità – conclude -, anche a rischio di apparire impopolare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo atto dell'assessore uscente Guido: tre nuove isole ecologiche

LeccePrima è in caricamento