Politica

Le primarie e l'abbraccio che continua a fare politica

Prove tecniche di campagna elettorale. Per non dire che ci siamo dentro già fino al collo. Lo dimostra Carlo Salvemini, candidato alle primarie per il centro sinistra, nel suo blog con un manifesto

Immagine-151

LECCE - Prove tecniche di campagna elettorale. Per non dire che ci siamo dentro già fino al collo. Certo, tutto è ancora da definire, come assemblare partiti, sigle e nomi, nel centro destra come nel centro sinistra, ma c'è chi gioca d'anticipo e si lancia in una sorta di overture via web, attraverso un messaggio che potrebbe caratterizzare lo stile della comunicazione elettorale, per esempio, di uno dei candidati alle primarie per il centro sinistra a Lecce, Carlo Salvemini.

E dato che "Vota Antonio" è roba paleolitica, sarà a questo punto interessante seguire cosa s'inventeranno i politici de' noantri per tentare di accumulare consenso elettorale in città, i messaggi promozionali che intenderanno cavalcare, a quali spin doctor affideranno la loro immagine. Per fare un esempio: ricordate cosa s'inventò l'agenzia che curò la campagna elettorale del sindaco Perrone nel 2007? Un giovanotto, quasi, nudo, che non aveva nulla da nascondere.E Carlo Salvemini, nel suo blog, parte in quarta, apre le danze, delineando, forse, il suo incipit (https://www.lecce20dodici.it/blog/esclusivo-anteprima-della-campagna-delle-primarie-del-centrodestra-a-lecce/).

Una foto d'altri tempi in cui si vede l'attuale sindaco Perrone, ricanditato alla carica alle prossime amministrative dal suo partito (Pdl), in un abbraccio affettuoso con la senatrice Adriana Poli Bordone, anche lei, data da rumors sempre più insistenti a candidata alle primarie, per il centro destra. Sul visual del manifesto on line parole che pesano come macigni, Filobus, Boc, Via Brenta, Lupiae servizi. Head line: "Le cose più belle si fanno in due". Ahi.

E poi la body copy", nel rispetto della comunicazione pubblicitaria: "Ecco a voi l'anticipazione della campagna di promozione delle primarie del centrodestra in città. E' stata commissionata subito dopo la decisione della senatrice Poli di accettare la sfida con il sindaco Perrone che sancisce il nuovo idillio politico: ricorda ai leccesi i loro più bei successi amministrativi degli ultimi anni. E riprende lo slogan di una delle più affermate pubblicità di questi giorni".


Da qui il nuovo inizio che ci accompagnerà fino alla primavera del prossimo anno. Con una preghiera non qualunquista: ricordatevi, cari politici, che sarete lì, con i vostri faccioni, su manifesti e spot elettorali per una delicatissima mission che non vi ha ordinato il medico di famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le primarie e l'abbraccio che continua a fare politica

LeccePrima è in caricamento