Politica

Lecce - Aeroporto Brindisi: per il terzo anno di fila turisti appiedati a Pasqua

Ennesima battuta d'arresto alla retorica del Salento accogliente: come si legge sul sito dell'azienda, ancora una volta, sarà assente in occasione della festività il servizio navetta sulla tratta. L'Aduc attacca: "Inqualificabile"

Aeroporto Brindisi

LECCE – La retorica del Salento accogliente e del progresso che sostiene il turismo subisce l’ennesima battuta d’arresto. Per il terzo anno consecutivo, nel giorno di Pasqua, non ci sarà a disposizione il servizio navetta che collega la tratta Lecce – Brindisi Aeroporto. A denunciarlo è l’Aduc (l’associazione difesa utenti e consumatori) di Lecce che parla di “Annus turpitudinis III”.

Mentre sul territorio, la politica locale polemizza su milionari raddoppi stradali, in qualche caso persino di dubbia utilità (vedesi la statale 16), sradicando ulivi e cambiando le caratteristiche dei luoghi per far spazio a colate di cemento, alcune abitudini risultano difficili da sostituire. E, infatti, come riferisce l’Aduc, attraverso i delegati Alessandro Gallucci e Valentina Papanice, c’è soprattutto quella di lasciare appiedati i turisti e più in generale tutti gli utenti, nella tratta Lecce – Aeroporto di Brindisi e ritorno, nel giorno di Pasqua.

Una situazione, peraltro, arrivata al terzo anno di fila. Un record su cui c’è poco da rallegrarsi. Nell’avviso presente sul sito https://www.sitasudtrasporti.it/ si legge “Autolinea regionale Lecce-Brindisi Aeroporto Sospensione del servizio nel giorno di Pasqua. Si porta a conoscenza della Gentile clientela che domenica 20 aprile 2014 giorno di Pasqua l'autolinea in oggetto non verrà esercitata”.

I responsabili Aduc sono andati a verificare gli aerei da e per Brindisi nella giornata di domenica 20 aprile, potendo constatare che l’aeroporto resti in funzione a Pasqua, esattamente come avviene per i treni e gli autobus di altre linee: “Sita, evidentemente – evidenziano -, è un’azienda spiritualizzata. Chi parte da Lecce e che ci vuole arrivare dovrà arrangiarsi. Una forma di penitenza pasquale dell’ultima ora”.

Per Aduc, appare assurdo che solo perché ricorra una festività religiosa venga sospeso un servizio pubblico: “Meno bigottamente – asseriscono - verrebbe da pensare che quella navetta non la prende nessuno e quindi sospendendone l’esercizio non cambia nulla (Sita dovrebbe anche spiegare perché il biglietto a bordo costa € 8,00 mentre comprarlo negli esercizi convenzionati costa meno, esattamente € 6,50)”.

Gallucci e Papanice rammentano che se fosse così, bisognerebbe ripensare il servizio: “In un territorio con velleità, vocazione dicono, turistica, il viaggiatore è abbandonato a se stesso a favore di ben altre vocazioni”. Se Pasqua è la festa in cui tutto risorge a nuova vita, la tratta Lecce – Brindisi Aeroporto sembra fare eccezione. È un mistero della fede anche questo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce - Aeroporto Brindisi: per il terzo anno di fila turisti appiedati a Pasqua

LeccePrima è in caricamento