rotate-mobile
Politica

Assunzione di personale della Lupiae: "Vi sia adeguata trasparenza"

Interpellanza dei capigruppo di Pd e Progetto città, Rotundo e Patti, che chiedono al Comune di fornire un indirizzo preciso alla società per garantire pari opportunità a chiunque fosse interessato

LECCE – Un’interpellanza urgente sulle procedure per il reclutamento di personale della Lupiae servizi è stata presentata al sindaco Carlo Salvemini e al presidente del Consiglio comunale, Carlo Mignone, da Antonio Rotundo e Pierpaolo Patti, rispettivamente capogruppo del Pd e di Progetto città.

Di fatto, i due consiglieri ritengono opportuno che il Comune fornisca un indirizzo alla Lupiae per l’assunzione di personale. E, dunque, chiedono se la società debba rivolgersi in modo prioritario, per l’assunzione di personale a tempo determinato, al Centro per l’impiego di Lecce, con procedimento di avviamento numerico, ai sensi della normativa vigente e se, per esigenze di carattere eccezionale, quelle del ricorso a forme contrattuali flessibili, si debba assicurare il principio di adeguata pubblicità. In questo caso, prevedendo la pubblicazione tempestiva sul sito web della società e dello stesso Comune delle unità di personale richieste, delle loro qualifiche e dell’agenzia interinale preposta dove, chi fosse interessato, può presentare il curriculum.

“Le società in house – scrivono i capigruppo -, per riprendere una definizione della Cassazione, rappresentano mere articolazioni della pubblica amministrazione e, dunque, sono soggette alle stesse regole di funzionamento dell’ente pubblico controllante, il quale esercita un controllo in termini analoghi al controllo gerarchico effettuato sui propri uffici”.

A tale proposito, l’articolo 18 del decreto legge 112/2008 prescrive che “le società che gestiscono servizi pubblici locali a totale partecipazione pubblica adottano, con propri provvedimenti, criteri e modalità per il reclutamento del personale e per il conferimento degli incarichi nel rispetto dei principi di cui al comma 3 dell'art.35 del decreto legislativo 165/2001, che disciplina le procedure di reclutamento delle pubbliche amministrazioni”.

Rotundo e Patti, dunque, aggiungono che per le società pubbliche corre l’obbligo di adottare procedure di reclutamento del personale che richiedono il rispetto di adeguati livelli di trasparenza, pubblicità e imparzialità e ricordano che, per far fronte a necessità aziendali di assicurare i servizi affidati, la Lupiae servizi ha proceduto sia nel 2020, sia quest’anno, all’assunzione a tempo determinato di decine di unità di personale ausiliario attraverso il ricorso a società di lavoro interinale.

“Il meccanismo di selezione delle agenzie interinali appare particolarmente iniquo in quanto non offre le stesse opportunità a tutti coloro i quali sono alla ricerca di un lavoro e può succedere che un iscritto disoccupato, in molti casi da anni, nelle liste del centro per l’impiego, sia tagliato fuori da ogni possibilità perché non rientra tra i pochi fortunati che invece hanno  presentano la propria domanda alla società che fornisce lavoratori interinale alla Lupiae servizi”, dicono i due capigruppo.

“In proposito – concludono - la normativa richiede alle società partecipate non solo la necessità di assicurare che le agenzie di lavoro interinale siano selezionate con procedure di evidenza pubblica ma anche e soprattutto che la selezione del personale somministrato rispetti pienamente i principi di trasparenza, pubblicità e imparzialità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzione di personale della Lupiae: "Vi sia adeguata trasparenza"

LeccePrima è in caricamento