Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Gasdotto, Lecce Bene Comune porta nel capoluogo la causa dei “No Tap”

L'associazione si schiera sul fronte di coloro che si oppongono all'opera. Non è strategica, dicono dal coordinamento cittadino, e fa solo gli interessi della parte privata che la propone: "Devastante l'approvazione del trattato trilaterale"

Carlo Salvemini.

LECCE – La causa del Comitato No Tap ha trovato una sponda anche nel capoluogo salentino. Il coordinamento di Lecce Bene Comune ha infatti sposato la battaglia contro il progetto di gasdotto che prevede l’approdo nella marina di San Foca dopo essere partito dalla frontiera greco-turca ed aver attraversato il Canale d’Otranto.

L’associazione, che è la declinazione civica dell’omonimo gruppo in consiglio comunale con Carlo Salvemini e Saverio Citraro, ha deciso di prendere parte a quella che si preannuncia come la “vertenza” territoriale per eccellenza del prossimo futuro. Il Parlamento ha infatti dato via libera, a colpi di maggioranza, al trattato trilaterale tra Italia, Grecia e Albania, considerato la cornice giuridica indispensabile per la realizzazione dell’opera.

M5S e Sel hanno cercato di rallentare l’iter dell’accordo, sollecitando quantomeno la sua discussione agli esiti della valutazione di impatto ambientale che spetta alla Regione Puglia prima – obbligatoria, ma non vincolante – e al ministero dell’Ambiente poi. E questa accelerazione non è piaciuta affatto a Lbc che la definisce "devastante". Contestata in radice anche la presunta strategicità dell’opera per gli interessi di approvvigionamento energetico nazionale ed europeo. In realtà, dicono dal coordinamento, sembra utile soltanto per la parte privata che l’ha proposta.

L’associazione – che sul territorio ha aperto un altro fronte di natura ambientale, quello relativo al poligono militare di Torre Veneri – ha manifestato il suo pieno sostegno alle amministrazioni comunali che si sono già pronunciate contro il progetto di gasdotto e alle sigle impegnate sin dal primo momento - Comitato No Tap e Associazione Tramontana, apprezzandone il lavoro sia dal punto di vista della mobilitazione che da quello portato avanti dal punto di vista tecnico-scientifico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gasdotto, Lecce Bene Comune porta nel capoluogo la causa dei “No Tap”

LeccePrima è in caricamento