rotate-mobile
Politica

Avvicinare i territori locali all’Europa, confronto con Pina Picierno

La vicepresidente del Parlamento Ue è stata a Lecce per un dibattito con le istituzioni locali incentrato sulla costruzione di una nuova idea di comunità

LECCE – Pina Picierno, europarlamentare del Partito democratico e da gennaio eletta fra i quattordici vicepresidenti del Parlamento europeo, è stata a Lecce, presso il museo “Sigismondo Castromediano”, per incontrare cittadini e rappresentanti istituzionali del territorio salentino, nell’ambito dell’appuntamento “Dai territori locali all’Europa, per una nuova idea di comunità”.

L’evento è stato patrocinato dalla Provincia di Lecce e coordinato dall’avvocato Marco Cazzorla, collaboratore europarlamentare. Hanno partecipato il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, e il consigliere regionale Donato Metallo, presidente della Commissione politiche comunitarie, lavoro e formazione.

Considerare l’Europa non solo come spazio geografico, ma come reale unione di popoli: partendo da questo presupposto, territori e istituzioni locali possono sentire più vicino il Parlamento europeo. Questo, in sintesi, il pensiero della vicepresidente. “È importante tracciare insieme percorsi che parlino di futuro e di occasioni per l’emancipazione dei nostri territori”, ha detto Pina Picierno nel corso dell’incontro. “E una di queste occasioni, che non dobbiamo e non possiamo perdere, è offerta dall’Europa in cui si trova una dimensione straordinaria che tende una mano alle nostre regioni”.

“Il Mezzogiorno e in particolare il Salento – ha aggiunto – sono un ponte straordinario verso il Mediterraneo. In modo particolare in questo periodo in cui assistiamo alle drammatiche vicende che sono in corso per questa guerra terribile che colpisce al cuore l’Europa, si scoprono le straordinarie opportunità che questo lembo di terra può offrire, a se stesso ma anche all’Europa, perché è un ponte naturale sul Mediterraneo. Mi piacerebbe che ci fosse un grande dibattito pubblico che parte dai cittadini e cittadine del Salento per arrivare fino a Bruxelles. Siamo di fronte a delle opportunità inedite – ha sostenuto – che non possiamo ignorare”.

Pina Picierno Lecce-2

Minerva ha ringraziato la vicepresidente per aver accettato l’invito al confronto “perché, in un momento storico come questo – ha affermato -, personalità come lei ci danno modo di mantenere viva la speranza, la stessa che ha guidato in passato le scelte dei cittadini che hanno deciso di credere nel sogno europeo. Abbiamo scelto di parlare da istituzioni alle istituzioni – ha sottolineato il presidente della Provincia –, abbiamo scelto di fare squadra, abbiamo scelto di essere comunità. Ed ecco che la risposta più bella arriva dalla platea presente oggi: amministratori, rappresentanti del mondo del lavoro, degli studenti, delle associazioni. Insieme, dal Sud per il Sud. Insieme, per interrogarsi sul futuro del nostro territorio”.

Donato Metallo, da parte sua, ha ritenuto che l’incontro abbia rappresentato un’occasione preziosa per il Salento. “Il Pnrr – ha sottolineato – è solo uno dei tanti strumenti europei che rappresentano sì un’opportunità economica, ma non solo. Governi, Regioni, Comuni, imprese e organizzazioni sono chiamati a disegnare un nuovo modello di governance e a progettare, sinergicamente, nuove visioni. Soprattutto a Sud. La Regione Puglia – ha poi aggiunto Metallo –ha attivato un tavolo permanente di tecnici che supportano e verificano che l’andamento dei progetti sia in linea con gli obiettivi di digitalizzazione, inclusione, parità, e rispondano alle esigenze di enti pubblici e privati nella fase di progettazione. Sul Welfare la Puglia ha realizzato un piano nato dal confronto tra Ambiti Territoriali. Un modello di governance condivisa che mira ad armonizzare le diverse progettualità. Pensiamo a che copertura di servizi possiamo offrire alle cittadine e ai cittadini se la pianificazione avviene attraverso una collaborazione stabile tra territori, attigui ma non solo. Intendo questo quando dico che questa può essere l’occasione per un nuovo modello territoriale, più vicino alle reali esigenze delle comunità”, ha concluso.

Pina Picierno a Lecce 1-2

Cazzorla, collaboratore europarlamentare e coordinatore dell’incontro, si è soffermato sull’importanza di un dibattito finalmente svoltosi in presenza e non divisi da schermi. “In questi due anni – ha spiegato – abbiamo realizzato diverse attività e iniziative politiche online, anche con la vicepresidente del Parlamento europeo Pina Picierno, e ogni volta immaginavamo questo ritorno in presenza. Per chiunque svolga attività sociali, e in particolare di rappresentanza politica, il contatto umano con le persone è il senso di ogni cosa; a maggior ragione credo che questo valga per chi ricopre queste funzioni lontano dalla propria terra, all’interno delle istituzioni comunitarie”.

“Ecco perché queste iniziative sono un’occasione fondamentale per rendere le istituzioni più vicine e accessibili alle istanze dei cittadini, ha concluso. “Questa è la strada che dobbiamo perseguire. Solo così potremmo ricostruire davvero uno spirito di comunità di cui abbiamo urgente bisogno per affrontare le sfide che ci attendono, dalle periferie dei nostri comuni fino al centro dell'Europa e del mondo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvicinare i territori locali all’Europa, confronto con Pina Picierno

LeccePrima è in caricamento