Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Fermate dei bus fatiscenti, il presidente di Sgm Frasca bacchetta il Comune

"Vergognosa la situazione delle fermate dei bus", dice il presidente della società di trasporto, al quale arrivano decine di segnalazioni ogni giorno di utenti. Mancano anche molte paline informative. "Sbloccare subito la procedura per l’affidamento della realizzazione e della gestione di pensiline

Una pensilina a Frigole, marina di Lecce

LECCE – “Vergognosa la situazione delle fermate dei bus”. A parlare, questa volta, non è il solito utente inviperito, ma direttamente il presidente di Sgm, Mino Frasca, secondi il quale è grave la situazione di degrado delle fermate delle autolinee di trasporto urbano.

Dato che la gestione compete all’amministrazione comunale, Frasca chiede al sindaco Paolo Perrone di sbloccare la questione legata alla gara per l’affidamento della realizzazione e della gestione di pensiline e paline informative. Un questione ormai annosa.  

“Purtroppo - fa sapere - la situazione delle fermate delle linee urbane in città è vergognosa. Sono sporche e imbrattate, molte con i vetri rotti e senza sedute, qualcuna persino con l’addobbo di una folta vegetazione che vi è cresciuta sopra a causa dell’abbandono”.

Secondo Frasca, tutto questo viene percepito dall’utenza come “una chiara dimostrazione di superficialità e menefreghismo e l’immagine complessiva della città è seriamente compromessa dalla situazione delle fermate, vere e proprie nicchie di incuria e disordine”.

Frasca sostiene che a lui personalmente e agli uffici di Sgm arrivino decine di segnalazioni, ma precisa anche che l’azienda municipalizzata “non ha alcuna responsabilità al riguardo”. Ecco, alloa, l’appello rivolto direttamente al primo cittadino.

“Solo una settantina delle circa 400 fermate esistenti sono dotate di pensilina, nelle condizioni critiche in cui si trovano, mentre le restanti risultano prive di paline informative e di alcuna segnalazione e sono, di fatto, irriconoscibili”, aggiunge ancora Frasca.  

“Nonostante i nostri continui solleciti, formali e non, all’amministrazione comunale, non si riesce a portare a termine la procedura burocratica relativa alla gara per l’affidamento della realizzazione e della gestione di pensiline e paline informative. Un ostacolo – sottolinea - che impedisce a Sgm di dotare le fermate di tutta una serie di servizi per l’utenza tecnologicamente avanzati e del relativo piano di comunicazione, che sono pronti e aspettano solo di entrare in funzione”.

“Visto che l’ufficio comunale competente non riesce a sbloccare la situazione - continua Frasca - chiedo al sindaco Perrone di intervenire in prima persona e risolvere un problema molto importante sul piano dei servizi della mobilità e del decoro della città. Una situazione questa che stride con le grandi sfide che lo stesso primo cittadino ha lanciato, su tutte la candidatura a Capitale europea della cultura, per il futuro di Lecce, per la sua crescita e per la sua visibilità a livello internazionale. Confido nella sua sensibilità e nel suo pragmatismo, che mi auguro risultino decisivi a sciogliere un nodo con cui abbiamo a che fare da sette anni”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermate dei bus fatiscenti, il presidente di Sgm Frasca bacchetta il Comune

LeccePrima è in caricamento