Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Lecce: più decoro e vivibilità. "Arriverà un'ordinanza"

Icontro fra gli assessori Pagliaro, Garrisi, Monosi e Inguscio per discutere regole che consentano di riportare l'ordine in centro e periferia, riducendo bivacco, randagismo e commercio abusivo

A Lecce si discute di vivibilità. Tante, troppe le segnalazioni pervenute a Palazzo Carafa, come alle presidenze delle circoscrizioni da parte di cittadini e visitatori: rifiuti sparsi nel centro e nelle periferie, ma anche occupazione abusiva delle strade da parte di ambulanti non autorizzati, e ancora: schiamazzi, artisti di strada un po' ovunque, gente che circola con cani in libertà, giovani che bivaccano sui gradini di chiese e monumenti e per concludere chi ha preso gli angoli barocchi più nascosti alla stregua di vespasiani. Un problema piuttosto serio, quello delle regole minime per una buona vivibilità urbana e per il mantenimento del decoro cittadino, che è stato al centro di un incontro tra l'assessore all'Igiene, sanità e randagismo Alfredo Pagliaro, l'assessore alle Attività produttive Attilio Monosi, l'assessore alle Politiche ambientali Gianni Garrisi, l'assessore alla Polizia municipale Lucio Inguscio ed i dirigenti dei rispettivi settori.

Le indicazioni del sindaco Paolo Perrone sono piuttosto precise, in merito. Secondo il primo cittadino c'è bisogno di uno sforzo congiunto di tutti i settori per restituire la città alle migliori condizioni di vivibilità. L'incontro è quindi servito proprio per mettere a punto la strategia comune e le priorità di intervento e per individuare le difficoltà che riguardano la viabilità e quelle degli operatori commerciali. Una possibile soluzione si potrebbe trovare attraverso un'ordinanza unica, frutto della visione complessiva delle problematiche evidenziate dagli stessi cittadini


"Lo sforzo - spiega l'assessore Pagliaro - è quello di creare nell'interesse di tutti le regole della fruibilità urbana, ma anche le condizioni affinché queste possano essere rispettate, non senza la collaborazione di tutti i cittadini al cui senso civico non si può non far appello. L'obiettivo prioritario è tutelare la salute dei cittadini e migliorarne la qualità della vita, migliorando nel contempo lo svolgimento delle attività economiche e commerciali e le condizioni di viabilità della nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce: più decoro e vivibilità. "Arriverà un'ordinanza"

LeccePrima è in caricamento