Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Accordo quadro su lavoro di cittadinanza. La firma dei sindacati in Regione

L'iniziativa è rivolta ai lavoratori che usufruiscono di ammortizzatori sociali, anche in deroga. L'accordo nasce da una proposta di Cgil Cisl Uil e la sperimentazione partirà dalla provincia di Lecce. In caso di esisti positivi, coinvolgerà l'intera regione

BARI – Un aiuto per i lavoratori arriva dai tre sindacati confederali e dalla Regione Puglia. Cgil Cisl Uil della provincia di Lecce hanno sottoscritto, infatti,  un accordo quadro sul ‘lavoro di cittadinanza’, proprio oggi presso la sede della Regione Puglia a Bari, rivolto ai lavoratori percettori di ammortizzatori sociali, anche in deroga.

La sperimentazione partirà per la prima volta in provincia di Lecce con la prospettiva, se i risultati (come auspicano i tre sindacati) saranno positivi, di estendere l’accordo a tutto il territorio regionale.

“Si tratta di un accordo  che vuole ridare speranza al nostro territorio, colpito duramente dalla crisi- hanno commentato i tre segretari confederali, rispettivamente Salvatore Arnesano, Antonio Nicolì e Salvatore Giannetto - e soprattutto ai lavoratori e alle loro famiglie ai quali questo accordo restituisce il significato di dignità e di affermazione della propria identità sociale che ogni cittadino attribuisce al lavoro”.

Questa giornata risulta particolarmente significativa perché è il risultato di un lavoro, di oltre un anno, che Cgil Cisl Uil Lecce hanno sviluppato con i sindaci dei Comuni del territorio. Con la sottoscrizione delle confederazioni regionali, si dà avvio, oggi, ad un percorso” innovativo sperimentale” che beneficia di risorse regionali e che punta a risultati concreti e visibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo quadro su lavoro di cittadinanza. La firma dei sindacati in Regione

LeccePrima è in caricamento