rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Nuova organizzazione del lavoro. “Anagrafe, risolti i problemi”

La rassicurazione arriva dal sindaco Carlo Salvemini: niente più tempi biblici, file e tensioni per rilasci e rinnovi delle carte d'identità. Stamattina un sopralluogo

LECCE – “Il rilascio delle carte d’identità è tornato regolare”. Parola di sindaco. Carlo Salvemini, in un post sulla sua pagina Facebook ufficiale, ha voluto rassicurare i cittadini che il disservizio è stato risolto. Un mese addietro, per questo problema che si stava trascinando da lungo tempo, si era anche scusato pubblicamente. Il rilascio e rinnovo delle carte d’identità presso l’Ufficio anagrafe di viale Aldo Moro era diventato l’incubo dei leccesi. E non da oggi. Già nell’estate nel 2021 era emerso il problema, dovuto all’estrema difficoltà a sostituire chi andava in pensione, anche per assenza di risorse. Spingendo più di qualcuno anche a recarsi in altri comuni, pur di vedere la pratica andare in porto in tempi rapidi.     

“Come ricorderete, ho chiesto pazienza, fiducia, collaborazione garantendo che ero personalmente impegnato a trovare una soluzione a un problema non semplice, vista la riduzione del personale del settore causata dai tanti pensionamenti, molti dei quali avvenuti in tempi ravvicinati, e l’impossibilità per il Comune di sostituire con nuove assunzioni chi è andato in congedo”, ha scritto oggi Salvemini. E sembra che la soluzione alla fine sia arrivata.

292414392_588480865981982_7547392203510937142_n-2

Il sindaco, questa mattina, ha effettuato un sopralluogo negli uffici spiegando, poi, che “da qualche settimana, una diversa organizzazione del lavoro e l'abilitazione di altre due postazioni, per un totale di quattro, per le carte d'identità ha prodotto i risultati che tutti speravamo. I funzionari – ha assicurato il primo cittadino – riescono senza difficoltà a evadere in tempo reale le richieste degli utenti. Il servizio di rilascio e rinnovo viene garantito regolarmente senza più file e tensioni”.

Salvemini ha voluto ringraziare, per questo, il personale dell’Ufficio anagrafe (“per lo spirito di servizio dimostrato”), il dirigente e l’assessore Sergio Signore, presente con lui nella visita odierna.

“In un comune in predissesto finanziario e con oltre 300 dipendenti in meno del previsto nella pianta organica – ha precisato il sindaco nel suo post –, ogni giorno ci troviamo ad affrontare emergenze, criticità, lamentele, segnalazioni. Non sempre riusciamo ad essere rapidi nei riscontri, ma di tutto ci facciamo carico, cercando di sopperire, come in questo caso, a carenze strutturali serie.  Non dico questo per giustificarmi o suscitare applausi, ma per condividere un dato di realtà. Siamo consapevoli della complessità dei problemi – ha concluso –, ma determinati a risolverli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova organizzazione del lavoro. “Anagrafe, risolti i problemi”

LeccePrima è in caricamento