Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

Polemica su avvio del servizio: Mignone esibisce una lettera dell'ex assessore

In commissione Ambiente l'esponente della giunta replica all'accusa di aver imposto il nuovo servizio da un giorno all'altro

LECCE – La notizia dell'avvio del servizio di raccolta differenziato di prossimità nelle marine leccesi è arrivata a margine della seduta della commissione Ambiente del Comune di Lecce, presieduta dalla consigliera Natasha Mariano Mariano.

Nel corso dei lavori si è registrato un confronto tra l’assessore Carlo Mignone e il suo predecessore, Andrea Guido, che aveva appena accusato l’amministrazione comunale di aver imposto il cambio di conferimento dall'oggi al domani, con scarsa comunicazione con i cittadini e approssimativa collaborazione con l'azienda Monteco.

L’esponente del governo cittadino si è detto sorpreso che quel tipo di obiezioni venissero proprio da Guido e ha mostrato una lettera del 22 marzo con la quale l’ex assessore ordinava agli uffici di interrompere il termine di dieci giorni concesso a Monteco per il posizionamento dei contenitori di prossimità secondo quanto previsto dal contratto.

In quella nota, indirizzata al dirigente di settore, Fernando Bonocuore e al direttore per l’esecuzione del contratto, Renato Brunetti, si spiegava che l’indirizzo politico della giunta Perrone era quello di passare al “porta a porta”, obiettivo per il quale Guido chiedeva di riprendere in considerazione l’offerta migliorativa predisposta dall’azienda, convinto che ci fossero i margini per uniformare le marine al resto della città con il porta a porta. L’ipotesi però era stata già scartata dagli uffici perché non c’erano risorse economiche disponibili. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica su avvio del servizio: Mignone esibisce una lettera dell'ex assessore

LeccePrima è in caricamento