Politica

Contro soprusi e danni morali, nasce il garante dei diritti dei disabili

Nel corso del Consiglio comunale di ieri, è stato approvato all’unanimità, il regolamento comunale per l’istituzione della figura che dovrà tutelare gli interessi di portatori di disabilità. A breve sarà emanato il bando

Il Comune di Leverano.

 

LEVERANO – Nel corso del Consiglio comunale di ieri, a Leverano, oltre alla discussione riguardante le diverse interrogazioni presentate dai consiglieri di minoranza, è stato approvato all’unanimità, su proposta del consigliere Francesco Musca, il regolamento comunale per l’istituzione della figura del garante della persona disabile. In particolare, l’articolo 8 prevede: “Il  garante della persona disabile interviene di propria iniziativa o sulla base di segnalazioni scritte relative a disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, ritardi e omissioni dai quali sia derivato o possa derivare un danno materiale o morale al disabile”.

In seguito alle esposizioni, si potranno ricevere “richieste di chiarimenti e di documenti agli uffici competenti, i quali sono tenuti a rispondere entro trenta giorni”. Scaduti i termini, in caso di mancata risposta, “il garante metterà a formale conoscenza dell’omissione il dirigente della struttura e dopo che avrà verificato l’ulteriore silenzio per altri trenta giorni presenterà una relazione con le proprie conclusioni al sindaco, al presidente del Consiglio ed assessori”.

Il garante potrà rapportarsi in modo diretto, per fornire suggerimenti e spunti, ai dirigenti degli uffici statali, comunali, provinciali e regionali, segnalando anche “ai dirigenti delle strutture amministrative i comportamenti omissivi”. Potrà, inoltre, “farsi promotore di iniziative culturali, attività sportive e ricreative al fine di migliorare l’inserimento del disabile nel territorio sociale”. Infine, qesta nuova figura potrà “accedere agli uffici pubblici” e “controllare funzionalità dei servizi di assistenza e informazione rese alle persone disabili.” A breve sarà emanato il bando relativo all’istituzione di questa figura.

Approvata, inoltre, a maggioranza, la ratifica della delibera di Giunta riguardante l”assestamento generale e variazione di bilancio per l’esercizio 2011, prevedendo una tantum la somma per la costituzione della società per la gestione della nascente farmacia comunale e  ulteriori somme a favore del servizio di mensa scolastica e per la manutenzione  di alcuni tratti interni di strade e la realizzazione di alcuni collegamenti di fognatura.

E’ stata inoltre approvato all’unanimità l’ordine del giorno riguardante la ferma contrarietà a qualsiasi operazione di ricerca e di estrazione di idrocarburi nel mare Adriatico e lungo le coste salentine e pugliesi, questione di cui si discute da tempo.

Secondo il sindaco Cosimo Durate “la maggioranza ha dato prova di coesione e di continuare a lavorare nell’interesse generale della comunità leveranese con un bilancio sano, in linea e virtuoso con il livello di tassazione fermo al 2009 e senza l’introduzione dell’addizionale Irpef comunale e la realizzazione di grandi opere grazie all’intercettazione di fondi comunitari”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro soprusi e danni morali, nasce il garante dei diritti dei disabili

LeccePrima è in caricamento