Politica

Lino Guido "ritrova" la maggioranza e resta in sella

Il sindaco di Monteroni, dopo le vicissitudini giuridiche sulle dimissioni dei consiglieri di Palazzo Falconieri, convoca il consiglio e surroga Alemanno con Frassanito: i numeri tornano a suo favore

Il sindaco di Monteroni, Lino Guido.-6

MONTERONI - A Palazzo Falconieri, a Monteroni, l'aria resta tesa: la lunga querelle tra il sindaco, Lino Guido, e i suoi oppositori non si è ancora conclusa, ma le ultime evoluzioni sembrano aver spostato l'ago della bilancia decisamente a favore del primo cittadino, sebbene i numeri siano davvero ridotti al minimo sindacale.

Ricapitolare le puntate precedenti è d'obbligo: 11 membri del consiglio comunale sui 20 complessivi si sono recati dal notaio Michele Errico per redigere un documento che ufficializza le proprie dimissioni. L'atto viene successivamente recapitato alla Prefettura e al Comune a mezzo fax e posta certificata. Il primo intoppo è proprio questo, in quanto i funzionari della Prefettura e del comune rigettano il documento, riscontrando che tale modalità di trasmissione non rientri tra quelle previste.

Il cavillo viene superato con le dimissioni protocollate in Comune, ma arriva l'ennesima sorpresa: il documento con le firme dei consiglieri viene bloccato perché, secondo la Prefettura, ci sarebbe un vizio di forma nell'atto notarile, non essendo riportato il riferimento nominativo del delegato al deposito del documento all'Ufficio protocollo del comune di Monteroni. Su undici firme, l'unica ritenuta valida è quella di Paolo Alemanno. Per questa ragione, il Prefetto di Lecce Mario Tafaro rinvia l'intera questione al Ministero dell'Interno, che conferma la non validità delle dimissioni presentate: il sindaco resta al suo posto e il consiglio comunale non si scioglie.


Da qui, l'evoluzione. Approfittando dell'unico consigliere dimissionario, Lino Guido ha provveduto a convocare il Consiglio comunale per la surroga di Alemanno con Fabio Frassanito, primo dei non eletti nella lista civica di centrodestra vincitrice delle elezioni nel 2008. Così il sindaco torna ad avere la maggioranza con undici consiglieri e con buona pace dei suoi avversari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lino Guido "ritrova" la maggioranza e resta in sella

LeccePrima è in caricamento