Politica

Elezioni studentesche a rischio rinvio. L'associazione Icaro: “Mossa politica”

Come l'associazione Link, anche la neonata Icaro denuncia un presunto "obiettivo di far slittare la data delle votazioni in un periodo scomodo per gli studenti, anziché quello di far rispettare una correttezza procedurale". Le liste sono state presentate

LECCE – E’ bufera intorno al decreto con un cui l’Università del Salento ha indetto le elezioni studentesche per il biennio 2014 – 2016. L’associazione Obiettivo studenti, infatti, ha avanzato ricorso al contro il suddetto decreto rettorale, sollevando un prevedibile polverone polemico. I primi ad insorgere sono stati gli universitari di Link Udu secondo cui l’appiglio trovato ai vulnus regolamentari rappresenterebbe “l’unico strumento rimasto alla suddetta associazione per sovvertire le decisioni democratiche assunte dagli organi decisionali dell’ateneo (Commissione statuto e regolamenti, Consiglio degli studenti e Senato accademico)”.

Secondo la rete Link, inoltre, il fatto stesso che tutte le maggiori associazioni studentesche abbiano rispettato la scadenza di ieri e presentato le liste dei candidati, avrebbe smentito l’accusa di scarsa partecipazione contenuta nel ricorso. Lo scopo dell’azione di Obiettivo studenti sarebbe stato quello di ottenere il posticipo delle elezioni al mese di maggio ed il gruppo consiliare  “Link Udu Lecce & Freccia” è passata al contrattacco,  richiedendo la convocazione urgente di una seduta del Consiglio degli studenti, al fine di trovare una risoluzione politica della faccenda.

Intanto lunedì mattina, presso la sede del rettorato, è avvenuta la presentazione delle liste per le elezioni che si dovrebbero tenere (salvo colpi di scena) l’8 e il 9 aprile ed alle quali parteciperà con un propria lista la neonata associazione “Icaro Unisalento”. I ragazzi dell’associazione, peraltro già nota all’interno della comunità accademica, hanno voluto commentare la questione del ricorso al Tar, sottolineando come “anche quest’anno polemiche e controversie contorneranno queste elezioni studentesche che potrebbero essere rinviate o, nella peggiore delle ipotesi, annullate rimanendo, difatti, senza alcuna rappresentanza studentesca”.

“Si tratta di una mossa decisamente eccessiva facente parte di una ovvia strategia politica – ha dichiarato Oscar Pronat, coordinatore di Icaro Unisalento, in linea con quanto già espresso da Link - avente l’obiettivo di far slittare la data delle votazioni in un periodo scomodo per gli studenti e non quello di far rispettare una correttezza procedurale”. Con un eventuale accoglimento del giudice, infatti, basterebbe solo qualche giorno di ritardo per far sì che le elezioni vengano annullate, visto che il termine ultimo entro cui poter effettuare le votazioni è il 15 maggio,  tenendo conto che bisogna rispettare il periodo di 45 giorni fra la data di indizione tramite decreto e la data di svolgimento delle elezioni.

“Nessun senso della giustizia dunque – continua Pronat- bensì un strategia prettamente politica, la quale potrebbe mettere in seria difficoltà la rappresentanza studentesca e contro cui Icaro si opporrà con fermezza e trasparenza.”  Il coordinatore ha voluto presentare anche il progetto di Icaro, nato dalla volontà di ragazzi provenienti da diversi corsi di studi e differenti estrazioni estrazione politiche, di “entrare a gamba tesa nella realtà universitaria”. Pronat ha promesso, dunque, “un cambiamento che vedrà un primo test l’8 e il 9 aprile del prossimo mese quando, senza l’appoggio di alcun partito o sindacato, ci presenteremo alle elezioni aspettando il consenso dei nostri colleghi dopo mesi di duro lavoro e sindacalismo studentesco”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni studentesche a rischio rinvio. L'associazione Icaro: “Mossa politica”

LeccePrima è in caricamento