Politica

Livello 11/8, Blasi difende la gestione, Sirsi rincara: “Eventi oltre la scadenza”

Il consigliere regionale ritiene appropriata la linea seguita da Cesare Dell'Anna nella conduzione della struttura nata con Bollenti Spiriti. Ma dal Comune di Campi Salentina rilanciano la necessità di un nuovo corso. La convenzione è al termine

Dal profilo Fb del Livello 11/8.

CAMPI SALENTINA – Sembra quasi che non si vogliano capire. Eppure fanno parte dello stesso partito, il Pd. Sergio Blasi, consigliere regionale, difende le qualità di Cesare Dell’Anna e l’impronta di gestione data al Livello 11/8, il laboratorio musicale realizzato in territorio di Trepuzzi grazie al programma Bollenti Spiriti. Mentre il Comune di Campi Salentina, che fa parte dell’Unione dei Comuni del Nord Salento, insiste nel contestare una condotta di fatto privatistica. E lo fa per bocca di Angelo Sirsi, segretario campiota del Pd e assessore ai Lavori Pubblici che ribadisce e rilancia le argomentazioni espresse dal sindaco, Egidio Zacheo, due giorni addietro.

Blasi non ha dubbi e si schiera : “Mi sembra che Cesare Dell’Anna e il Livello 11/8 siano stati perfettamente dentro lo spirito che la Regione Puglia ha voluto mettere in campo quando ha deciso di investire con convinzione e tenacia nella creatività e nell’ingegno prodotto dalle arti creative finanziando iniziative come Bollenti Spiriti, Principi attivi, Ritorno al Futuro, i Laboratori dal basso. L’innovazione creativa in questa regione è stata in grado anche di produrre nuove figure professionali e nuovo lavoro. Se una straordinaria iniziativa ormai unica nel suo genere in Italia e tra le più qualificate in Europa come il Medimex ha come suo slogan sin dall’inizio La musica è lavoro  ecco allora che lo sforzo attivato da Cesare Dell’Anna nell’esperienza Livello 11/8 è apprezzabile e apprezzato in Puglia e non solo”.

L’ex sindaco di Melpignano dice la sua anche dal punto di vista economico: “Quando risorse pubbliche vanno ad accompagnare progetti culturali fondati sulla qualità che garantiscono un ritorno di visibilità ma anche un surplus di attrattività al territorio del Salento – in questo caso in particolare all’area Nord del territorio –, allora sono risorse ben spese. Quindi, da parte mia, auspico un maggiore dialogo e un abbassamento dei toni, oltre a una maggiore oggettività nel valutare quanto è stato fatto e come è stato fatto all’interno della struttura, compresi i corsi di formazione e la disponibilità di servizi ai musicisti del territorio che, al di là degli eventi, mi risulta siano garantiti”.

A Campi Salentina, invece, vogliono sgomberare il campo da equivoci:  “Nessuno, né tantomeno il sindaco Zacheo – sottolinea Angelo Sirsi -, ha messo in discussione le capacità del maestro Dell’Anna quale artista e trombettista. Ciò che noi critichiamo è la gestione di 5 anni di una struttura pubblica, in forma totalmente privata, con bilanci dei quali non si conosce i numeri e quindi spesso discutibile”.

Fatta questa premessa, Sirsi presenta un’altra argomentazione: “Il 23 dicembre prossimo scade la convenzione che è servita ad affidare per cinque anni la struttura. Risulta quindi curioso che il signor Dell’Anna, gestore del Livello 11/8, abbia programmato eventi fino a febbraio 2015. Qualcuno gli ha già garantito la eventuale proroga? A tal proposito, ricordo me stesso ed agli altri, che le proroghe sono illegittime, a meno che non ci sia già un bando pubblicato, nelle cui more presenti specifico riferimento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livello 11/8, Blasi difende la gestione, Sirsi rincara: “Eventi oltre la scadenza”

LeccePrima è in caricamento