Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Locali di Piazza Napoli in vendita, "piano da rivedere"

Lo chiede il consigliere di minoranza Antonio Torricelli all'assessore al Bilancio. Si parla di 16 locali per oltre 2 milioni e mezzo di euro ma il valore sarebbe "gonfiato" da parametri discutibili

stecca_piazzaNapoli

LECCE - Il consigliere comunale di minoranza, Antonio Torricelli, che dell'assise cittadina è anche vice presidente, ha scritto all'assessore al Bilancio, Attilio Monosi, a proposito dei locali commerciali di Piazza Napoli, nel rione San Sabino, inseriti nel Piano delle alienazioni allegato al bilancio 2011. Sedici locali per un valore complessivo a base d'asta di 2 milioni e 600 mila euro. Una cifra improponibile secondo Torricelli, scaturita dalla considerazione di opere di riqualificazione urbanistica ed ambientale della zona che ancora non sono stati realizzati.

Il decano del Consiglio comunale contesta anche l'equiparazione del valore commerciale alla fascia semicentrale della città (tra viale della Libertà, via Cavoti e via Frigole), per cui si dovrebbero sborsare 1300 euro al metro quadro per un totale di oltre 100 mila euro a locale, considerando anche il fatto che i locali situati al primo piano, ai quali si accede da una scala a chiocciola, sono valutati come quelli al piano terra anche se fungono semplicemente da deposito.

Torricelli rimprovera all'amministrazione comunale di aver fatto poco o nulla nella zona a parte la sistemazione di Piazza Madre Teresa di Calcutta: "Certo sono tanti i progetti annunciati da anni, come si dice, in fase di realizzazione, ma di cui ancora non si vede traccia: una grande piscina coperta e una ludoteca - mediateca in via Potenza, venti appartamenti di edilizia sovvenzionata nella stessa via, il recupero e risanamento igienico di palazzine in via Machiavelli, un centro direzionale di uffici e negozi in Piazzale San Sabino e contestuale immancabile abbattimento della scuola materna (è una fissazione), un parcheggio in via Roma ed un altro ancora in Largo Santa Croce ed in ultimo, proprio la riqualificazione di Piazza Napoli".

Tra l'altro il consigliere del Pd teme che la costruzione di tre grandi centri direzionali e commerciali nelle immediate vicinanze - in via Aldo Moro, in via Bari e in via Roma - possa infliggere un duro colpo al commercio al dettaglio della zona, rendendo ancora meno appetibili i locali sul mercato immobiliare. Per tutte queste ragioni, Torricelli chiede di rivedere complessivamente il progetto di vendita, affidando all'Agenzia del territorio il compito di effettuare una valutazione realistica e concordando e concordando con i gestori dei locali, i cui contratti sono in vigore, una soluzione che tenga in maggior conto le esigenze di chi attualmente ci lavoro, fermo restando che è stato loro riservato solo il diritto di prelazione a parità d'offerta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Locali di Piazza Napoli in vendita, "piano da rivedere"

LeccePrima è in caricamento