rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica

"Lupiae servizi, i conti tornano? La verità nell'elogio del sindaco all'ex direttore"

Se per il primo cittadino Perrone nelle casse della partecipata comunale i conti tornano, tanto che si andrebbe verso il pareggio d'esercizio, per il consigliere all'opposizione di Bene comune Carlo Salvemini la realtà è sta da tutt'altra parte

LECCE – Lupiae servizi. Se per il sindaco di Lecce Perrone nelle casse della partecipata comunale i conti tornano,  tanto che si andrebbe verso il pareggio d’esercizio, come ha avuto modo di spiegare nella conferenza stampa di ieri insieme con l’assessore al Bilancio Attilio Monosi e il presidente della società Tatiana Turi (articolo correlato), per il consigliere all’opposizione di Bene comunale Carlo Salvemini le cose stanno diversamente. Va ricordato, che l’incontro con la stampa voluto dal primo cittadino è alla luce delle dichiarazioni del consigliere Pd Antonio Torricelli, il quale aveva indicato una perdita di esercizio della Lupiae Servizi per il 2013, ben al di là di quella reale. 

Salvemini nel suo blog parla proprio dell’ammontare esatto della perdita del 2013. “Chi ha ragione?”, si chiede. “Leggiamo l’ultima pagina della relazione sulla gestione, firmata dal Consiglio di amministrazione della Lupiae. “Il Cda ritiene di proporre all’assemblea della società di coprire la perdita al 31.12.2013 di 1 milione e 100mila euro e il residuo della perdita al 31.12.2012 di 440mila euro mediante azzeramento del capitale sociale e la sua ricostituzione. Un milione e cento o un milione e mezzo? A voi la risposta”.

Poi, nella seconda considerazione focalizza l’attenzione sui “meriti dell’ex direttore della Lupiae Scrimieri (che ha lasciato la società a fine 2013), sottolineati dal sindaco. I quali sono noti solo a lui”, afferma. E aggiunge: “Come giudicare un manager che fallisce clamorosamente il budget assegnato passando da un utile assegnato di 50.000 euro ad una perdita di 1.500mila euro? Che il 17 ottobre 2013 (a poche settimane dalla chiusura dell’esercizio) dichiara che la società avrebbe comunque potuto chiudere il bilancio in pareggio? Che rinuncia a svolgere un servizio previsto nel piano industriale rinunciando a 800mila di fatturato? Utilizzando le parole del Collegio dei revisori del Comune: “Il direttore generale ha illustrato elementi gestori creativi”.

“Innanzi a tutto questo – conclude - invece di verificare il presupposto per l’attivazione dell’azione di responsabilità per false comunicazioni sociali, il sindaco loda pubblicamente il direttore generale da lui scelto nel 2007. In quell’elogio si racchiude il senso autentico dell’incredibile vicenda Lupiae”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lupiae servizi, i conti tornano? La verità nell'elogio del sindaco all'ex direttore"

LeccePrima è in caricamento