Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Piano industriale della Lupiae Servizi, i sindacati chiedono incontro urgente

I rappresentanti dei lavoratori denunciano l'inosservanza del documento presentato e approvato in consiglio comunale a dicembre. Il timore è che il venir meno per il 2013 delle nuove convenzioni ambientali si ripercuota sui dipendenti

LECCE – I sindacati hanno chiesto al Comune di Lecce un incontro urgente sulla Lupiae Servizi denunciando l’inosservanza del piano industriale approvato a dicembre. Il venir meno, per il 2013, delle cosiddette nuove convenzioni ambientali – derattizzazione, disinfestazione, pulizia spiaggie – per circa 800mila euro, ha allarmato le sigle che rappresentano i lavoratori della società interamente partecipata da Palazzo Carafa.

Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, Slai Cobas, Cisal, Uspi hanno scritto a sindaco, al presidente della commissione Ambiente, Gianni Garrisi, al presidente della commissione Bilancio, Oronzo Tramacere, a tutti gli assessori e ai capigruppo. Come già esposto in precedenti articoli, il clima attorno alla Lupiae Servizi è tornato a surriscaldarsi dopo che il direttore della società, Pietro Scrimieri, ha scritto una nota all’ufficio Ambiente per dichiarare l’indisponibilità a farsi carico dei nuovi servizi. 

Questo perché la cifra inizialmente pattuita, 830mila euro all’anno, sarebbe stata dimezzata dall’amministrazione, posto che fino al 31 maggio esisteva un contratto con le due società incaricate lo scorso anno. Il Comune ha invece ribadito di non aver mutato le condizioni e di essere pronto a stanziare la cifra nei dodici mesi successivi alla scadenza del contratto in corso. Due punti di vista diversi, una logica conseguenza: per il 2013 l’accordo è saltato, e con esso - come aveva sottolineato Carlo Salvemini, di Lecce Bene Comune - una voce di ricavo non di poco conto per la tenuta del piano industriale che lo stesso Scrimieri, il giorno dell’approvazione, in aula, aveva definito di “difficile realizzazione”. 

E ora i sindacati, che da tempo condividono con Comune e management un percorso per il contenimento dei costi e il mantenimento dei livelli occupazionali, vogliono vederci chiaro e capire quali margini operativi ha l’azienda per coprire quel mancato introito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano industriale della Lupiae Servizi, i sindacati chiedono incontro urgente

LeccePrima è in caricamento