Maggiorenti a fine corsa: il M5S spopola anche nei feudi del centrodestra

Non c'è storia nei collegi uninominali della provincia di Lecce: il centrosinistra resta in ginocchio e paga anche la litigiosità tra Pd e Leu, ma il voto di opinione non risparmia nemmeno i big nelle loro roccaforti

Luigi Di Maio, leader del M5S.

LECCE – La tempesta del M5S si abbatte sul Salento costringendo il centrosinistra ad una imbarazzante Caporetto e fermando il centrodestra sulla linea del Piave, quella di un risultato numericamente buono ma insufficiente a strappare anche uno solo dei cinque collegi uninominali (tre per la Camera, due per il Senato) nei quali è stata suddivisa la provincia di Lecce. Solo Roberto Marti, candidato per la Lega nel collegio plurinominale, è certo dell'elezione a senatore.

La destra ha perso anche il seggio storico di Lecce città dove pure schierava Erio Congedo (33,45) che rimedia sei punti di distacco dal pentastellato Michele Nitti (40), docente del Conservatorio, originario di Adelfia e residente nel capoluogo salentino. Sotto il 18 per cento Salvatore Capone, deputato uscente del Pd.

Nel collegio di Nardò, il neo leghista Andrea Caroppo (33,57) non riesce a stare dietro a Maria Soave Alemanno (39,85) che conquista il seggio con più del doppio dei voti di Sergio Blasi (18,35) che pure appariva nel centrosinistra il più “performante”. Nel basso Salento Rocco Palese (34,99) cede il passo a Nadia Aprile (41,89), con Ada Fiore del centrosinistra sotto il 16 per cento.

Mediocre il risultato dei candidati di Liberi e Uguali, che in tutti e tre i collegi oscilla attorno al 4 per cento. Insomma, la separazione scaturita da una sorta di congresso permanente tra renziani e antirenziani non ha giovato a nessuno e l’emorragia dei voti da parte di un elettorato deluso e sfiduciato da beghe e lotte intestine si è praticamente tutta riversata sul M5S. Il movimento di Di Maio, nell’ambito del collegio plurinominale Puglia 2 (comprensivo anche di quello di Francavilla Fontana) supera il 42 per cento (24,8 nel 2013). Nelle precedenti elezioni politiche il centrosinistra ottenne il 29,9 al Senato e il 27,6 alla Camera (le circoscrizioni erano meno ampie di quelle attuali e corrispondevano esattamente alla provincia) mentre oggi supera a stento il 20 per cento alla Camera (Pd + Leu)

Il video: i commenti degli elettori

Noi con l’Italia – Udc va dal 4,70 nel collegio di Lecce al 7,86 in quello di Casarano per un 5,43 nel plurinominale che colloca il connubio Fitto-Ruggeri circa un punto sopra Fratelli d’Italia in una sorta di inutile corsa per evitare il "cucchiaio di legno".

Al Senato lo schema non cambia, anche lì il M5S sbaraglia la concorrenza: Barbara Lezzi e Iunio Valerio Romano si aggiudicano i due seggi della provincia di Lecce. Nell’uninominale di Nardò, la senatrice uscente si è imposta sull’ex sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, con poco meno di cinque punti di distacco (39,88 a 35,16). Al terzo posto la vice ministro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova con il 17,38 e al quarto Massimo D’Alema con il 3,9 per LeU.

Iunio Valerio Romano, nel collegio di Lecce, ha distanziato di quasi nove punti il coordinatore regionale di Forza Italia, Luigi Vitali, che si è fermato al 34 per cento, mentre Dario Stefano, senatore uscente e candidato con il Pd, ha ottenuto il 16,67; Irene Strazzeri per Liberi e Uguali il 3,17.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La provincia di Lecce dunque, come la maggior parte del Mezzogiorno, ha mandato un segnale molto chiaro ai due schieramenti che fino ad oggi si erano contesi il primo posto rinforzando quel messaggio che già era partito nel 2013 quando il M5S prese il 24,8 alla Camera e il 23,2 al Senato e che né il centrodestra né il centrosinistra hanno saputo interpretare con serietà, dimostrando anzi di averlo sottovalutato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento