menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della manifestazione di questa mattina.

Un momento della manifestazione di questa mattina.

Depuratore a Porto Cesareo, sit-in di protesta promosso dal consigliere Paolo Pagliaro

Alla manifestazione, organizzata nella mattinata di oggi, hanno preso parte anche diverse associazioni ambientaliste, tra cui Legambiente e Italia Nostra

PORTO CESAREO – Un nuovo appello per l’attivazione del depuratore in contrada Bellanova, a Porto Cesareo. Un sit-in è stato promosso nel corso della mattinata, nel comune ionico, dal consigliere regionale del Movimento Regione Salento, Paolo Pagliaro. Alla manifestazione hanno anche preso parte i referenti locali di Legambiente, Italia Nostra, Mediterraneamente, di altre associazioni del territorio e gli stessi esponenti dell’amministrazione comunale.IMG_20210124_104201-2

La richiesta, da più parti, è la stessa: che l’ente regionale sblocchi al più presto le autorizzazioni per consentire all’impianto di entrare in funzione. Costato circa 70mila euro, consentirebbe l’utilizzo della rete fognaria per i residenti di Porto Cesareo. Proprio gli ambientalisti, nei giorni scorsi, avevano inoltrato una diffida formale alla Regione Puglia per sollecitare il rilascio delle autorizzazioni obbligatorie che consentirebbero di procedere con gli allacci alla rete fognaria.

L’iniziativa di Legambiente era stata preceduta anche da un appello degli esponenti del municipio del comune ionico, guidato dalla prima cittadina Silvia Tarantino. Lo stesso assessore all’Urbanistica Eugenio Sambati, in una nota, si era rivolto al governatore pugliese Michele Emiliano, per spingere verso la convocazione di un tavolo tecnico e poter trovare accordi risolutivi su un’infrastruttura non più rimandabile.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento