Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

“Mappaperta”: il metodo di una comunità per rigenerare un territorio

Il progetto permette di sfruttare la propria conoscenza reale dei luoghi, per costruire forme e riempirle di informazioni. L'obiettivo è realizzare insieme un database utile alle politiche pubbliche a carattere urbanistico

PALMARIGGI – È stato presentato sabato 2 giugno presso il “Bollenti Spiriti Camp” e domenica alla cittadinanza di Palmariggi, il progetto Mappaperta, realizzato da tre giovani talenti salentini, Rino Carluccio, Alessio Chiga e il palmariggino Mauro Baldassarre. Il Comune di Palmariggi consapevole che occorre dare fiducia e valorizzare le capacità e le potenzialità dei giovani professionisti locali, è stato partner del progetto che è risultato vincitore del bando Principi Attivi della Regione Puglia.

Il progetto è una mappa aperta del territorio in cui si abita o si frequenta. Sulla mappa è possibile scrivere, disegnare, annotare, proporre. La mappa è messa a disposizione dell'intera comunità da parte del tuo Comune. È una sorta di gioco di comunità a cui tutti possono partecipare, sfruttando solo la propria conoscenza reale del territorio. Basta solo navigarci dentro, seguire le regole dei tools per costruire forme e riempirle di informazioni. L'obiettivo è costruire insieme un database di informazioni utili alle politiche pubbliche a carattere urbanistico.

Si costruisce un sistema di conoscenze condiviso attraverso 5 chiavi di lettura: la memoria storica del luogo; le pratiche abitudinarie dei fruitori; le modalità di accesso e attraversamento; le emergenze ambientali e paesaggistiche; le libere proposte di riqualificazione a fini socio-economici dell'area. Le informazioni saranno preziose per poter costruire un insieme di conoscenze, utili alla redazione di un progetto di riqualificazione e rigenerazione dell’area del Santuario di Montevergine.

“Il Comune di Palmariggi – spiega il sindaco Anna Elisa Stifani - ha intenzione di intraprendere una azione di rigenerazione e valorizzazione del Parco di Montevergine. Per rigenerazione, si intende un sistema di azioni integrate a carattere materiale e immateriale, messe a punto per riqualificare parti di città. Si parte dalla conoscenza reale delle risorse presenti sul territorio (risorse ambientali, territoriali ma anche socio economiche)”.

Il Parco di Montevergine è uno dei luoghi identitari e paesaggistici più pregiati del territorio comunale, che sorge attorno all’omonimo santuario. Oltre ad essere meta di fedeli e di pellegrini, Montevergine, per la sua collocazione geografica e per le sue caratteristiche ambientali e paesaggistiche rappresenta una vera oasi collinare a servizio delle popolazioni locali. L’ampia zona pinetata e attrezzata, i percorsi nella macchia mediterranea, il suggestivo panorama che da un naturale balcone rende possibile l’affaccio sull’intero Canale d’Otranto rendono la località una delle più apprezzate in tutto il Salento.

Mappaperta per Montevergine” mette a disposizione un laboratorio virtuale attraverso il quale è possibile contribuire al progetto di riqualificazione del parco: “Un bell'esempio – commenta il sindaco -, innovativo e immediato, di partecipazione attiva. I cittadini di Palmariggi possono dare il proprio contributo e le proprie idee per quello che potrebbe essere un processo di salvaguardia e sviluppo di Montevergine”.

Il progetto è aperto a tutti, non solo ai cittadini di Palmariggi. Raduni scout e di varie associazioni di volontariato, pellegrinaggi, gite, sono all'ordine del giorno, a Montevergine, perciò l’invito a partecipare è rivolto a tutti coloro che conoscono e amano questo luogo. Per info https://montevergine.mappaperta.it/. Bastano pochi click ed è completamente gratuito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mappaperta”: il metodo di una comunità per rigenerare un territorio

LeccePrima è in caricamento