Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica Via Antonio Salandra

Giliberti apre il suo comitato: "Posso commettere errori ma massimo impegno "

Il giornalista candidato sindaco per il centrodestra sostenuto da Perrone e Poli Bortone. Di fatto, un passaggio del testimone

LECCE – Il sindaco Paolo Perrone è stato quasi tutto il tempo al suo fianco, sostenendolo, ma anche  scherzando con lui e su di lui quando il comico leccese Simone Mele ha catturato il microfono e, usando una serie di fotografie (ingrandite all’occorrenza perché fossero visibili anche a chi si trovava nelle retrovie fra il pubblico), ha raccontato Mauro Giliberti con toni da cabaret.

Ironia alternata a momenti più seri, per l’ideale passaggio del testimone. Mauro Giliberti, il giornalista partito da Lecce per ritornarvi coltivando la speranza di esserne primo cittadino, ha inaugurato ieri sera il suo comitato elettorale in via Salandra. Un evento dal sapore particolare, perché lui, che rappresenta il volto nuovo del centrodestra leccese, deve affrontare una sfida pesante, vista l’eredità in ballo, la prosecuzione ideale di un mandato che dura da vent’anni. Non a caso era presente anche Adriana Poli Bortone a incitarlo in quest’avventura politica, un debutto assoluto in cui già mira al podio.

“E’ un’emozione nuova – ha detto Gilberti quando è toccato a lui spendere due parole di fronte all’elettorato – e voglio subito prendere un impegno con voi. Mio dovere in questa campagna elettorale e nel proseguimento della mia vita sarò ricambiare il vostro affetto, la vostra capacità di amore per la città, per l’amministrazione, e per il sottoscritto: spero di essere alla vostra altezza”.

Il candidato del centrodestra ha anche spiegato come lui interpreterà l’eventuale ruolo istituzionale, qualora la città lo suffragasse, partendo da un’immagine colta ieri mattina, durante la grande assemblea degli agricoltori sul dramma della Xylella, in cui atteso (e molto criticato) ospite è stato Michele Emiliano.

“Oggi – ha detto - ho assistito a una scena che da cittadino mi ha umiliato. Ho visto il mio presidente della Regione arrivare davanti a mille e 500 agricoltori, altrettanti erano all’esterno, che avrebbero voluto protestare”, e spiegare di “aver preso un aereo appositamente da Roma per venire in Puglia, e questo già è un ossimoro concettuale, saltando forse una partecipazione televisiva, per occuparsi di un problema gravissimo, come se fosse stato eletto questa notte. Io non voglio diventare così – ha proseguito -, voglio rimanere quello che sono, camminare a testa alta per i prossimi cinque, dieci, vent’anni”.

E ha concluso: “Sono uno che, quando prende un impegno, non molla un centimetro finché non ottiene un risultato. Posso commettere degli errori, ma non avrete mai da rimproverarmi per assenza di impegno”.  

La serata s’è svolta all'esterno del "Bar Manhattan" (il suo quartier generale è una locale che sorge proprio di fronte), davanti a circa duecento spettatori, ma con molti passanti che si sono fermati a seguire alcuni momenti. Tanti gli esponenti del centrodestra leccese e salentino in genere, oltre ad attuale ed ex sindaco, e fra questi il presidente della Provincia Antonio Gabellone, il deputato Roberto Marti, gli assessori Luca Pasqualini e Attilio Monosi, altri ancora fra consiglieri e rappresentanti di partiti, movimenti e associazioni vicini alla sua candidatura.

Unico neo, proprio il punto in cui è avvenuto l'incontro. Via Salandra è stata bloccata al traffico del sabato sera, in centro, per oltre un’ora, in un punto nevralgico, cioè all’angolo con via Imbriani. I rallentamenti e le deviazioni obbligate della polizia locale hanno generato code e nervosismo e spesso i clacson delle auto hanno reso difficile ascoltare gli interventi. Un piccolo saggio di uno dei tanti nodi irrisolti della città che dovrà eventualmente affrontare: la viabilità.

L’occasione dell’inaugurazione è ovviamente servita a Giliberti per presentare il suo programma in maniera più organica. Un “diario di bordo” con il faro di San Cataldo stilizzato come simbolo della campagna elettorale con i punti salienti: welfare e reddito, periferie e sicurezza in città, parchi e verde urbano, marine e paesaggio, economia locale, cultura (con Teatro Apollo in primo piano), giovani e innovazione.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giliberti apre il suo comitato: "Posso commettere errori ma massimo impegno "

LeccePrima è in caricamento