Politica

Melica a Perrone: “Ripartiamo da famiglia e dagli uffici Europa e progetti”

Appello del candidato sindaco dell’Udc, Luigi Melica, al primo cittadino, Paolo Perrone, per il rilancio dei due uffici e delle iniziative strategiche in materia di politiche sociali: “Metto a disposizione le mie conoscenze”

Luigi Melica

LECCE - “Leggo stamani con soddisfazione che il governo ha deciso di riprogrammare i Fondi europei per 4 regioni del Sud, compresa la Puglia, destinando un miliardo di euro alle politiche sociali e al sollievo della povertà, cui si aggiungono altri 200 milioni di fondi nazionali”. È questo il commento di Luigi Melica, candidato sindaco leccese dell’Udc, che promuove la scelta dei ministri Barca e Riccardi nella “direzione concreta intrapresa” dal governo Monti, per dare sollievo alle “famiglie italiane diventate fragili e vulnerabili”.

Una linea – spiega - su cui ho incentrato tutta la mia campagna elettorale e che viene avvalorata dalle decisioni del governo di queste ultime ore. Nuovi asili, assistenza domiciliare per gli anziani non autosufficienti, nuovi fondi per la dispersione scolastica e apprendistato, sostegno all’imprenditorialità giovanile, conservazione e riqualificazione di poli archeologici e museali: nodi fondamentali, la maggior parte dei quali avevo ricompreso in un unico assessorato, da rilanciare in questa nuova consiliatura”.

Melica si riferisce all’assessorato ai servizi sociali, in cui aveva incluso anche l’alta formazione dei giovani, a patto però che si recuperasse la “preziosa funzione svolta dall’ufficio Europa e dall’ufficio progetti del Comune di Lecce”: “Il mio appello – dichiara - va adesso al nostro sindaco riconfermato, Paolo Perrone: rilanciamo questi due uffici, creiamo iniziative strategiche a sostegno delle famiglie leccesi, perché è finito il tempo dei microinterventi, che sanno solamente ‘mettere una pezza’, laddove si presenta l’urgenza”.

“In quanto consigliere comunale, seppure di opposizione – precisa -, metto a disposizione del sindaco e della sua giunta le mie conoscenze in materia di Fondi europei, per effettuare una vera programmazione in materia di politiche sociali, ma anche di sviluppo dei settori chiave per il nostro territorio, come turismo e cultura. Il momento delle contrapposizioni è finito, è arrivato quello della collaborazione, per il bene dei nostri cittadini”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melica a Perrone: “Ripartiamo da famiglia e dagli uffici Europa e progetti”

LeccePrima è in caricamento