rotate-mobile
Politica Nardò

Mellone brucia le tappe, in meno di due settimane pronta la nuova giunta

Dopo la proclamazione il primo cittadino di Nardò ha nominato subito la squadra di governo. Conferme e nuove deleghe per Capoti, Lupo, Puglia, e Sodero. Le novità sono Manieri, Giuranna e D’Ostuni. Il sindaco ha tenuto per sé la delega all’Ambiente

NARDO’- Dopo la sonante affermazione elettorale che lo ha proiettato al suo secondo mandato con oltre 15 mila preferenze e il 74 per cento dei consensi, il sindaco di Nardò, Pippi Mellone, brucia ancora le tappe e a distanza di due giorni  dalla sua proclamazione ufficiale  nomina la  nuova squadra di governo.

In meno di due settimane già pronti nomi e deleghe  per i sette assessori della giunta comunale nella quale si annoverano quattro conferme e tre novità. Una giunta sicuramente rinnovata, ma rodata dall’esperienza degli ultimi cinque anni e da un modello di governo ormai consolidato. Trovato un accordo di massima in seno alla maggioranza per indicare il consigliere eletto Antonio Tondo (Andare Oltre) quale prossimo presidente dell’assise comunale.

“Sono orgoglioso di annunciare alla città la nuova giunta” dice Mellone “appena 48 ore dopo la proclamazione. Un mix di esperienza e freschezza, sulla strada ben tracciata dell’enorme e proficuo lavoro compiuto negli ultimi cinque anni. Una squadra collaudata e nello stesso tempo giovane, visto che l’età media è appena superiore ai 40 anni, senza dubbio la più giovane nella storia della nostra città. Un altro primato di cui andare fieri. Il nuovo governo cittadino nasce sulla base della strepitosa vittoria elettorale ed è la perfetta composizione di competenze e ragioni politiche. Questa è una squadra che farà molto bene”.

“Ci tengo ad annunciare” conclude il primo cittadino, “che Antonio Tondo, su unanime indicazione delle nove liste a sostegno della coalizione e quindi dell’amministrazione, sarà proposto alla nuova assise per l’elezione a presidente del consiglio comunale. Una disponibilità quella di Tondo, forte di un consenso di ben 744 preferenze personali, di cui lo ringrazio. Ora si torna al lavoro, anche se in verità non abbiamo mai smesso”.

Rispetto all’esecutivo uscente la prima novità significativa e il cambio del vicesindaco. La vice del primo cittadino sarà una donna, l’assessore uscente Maria Grazia Sodero (eletta nella lista Difendere Nardò), 41 anni, alla quale sono state confermate anche le deleghe a Servizi sociali, politiche per la famiglia, emergenza abitativa e Piano sociale di zona.

Conferma per Oronzo Capoti (lista Libra), 60 anni, che gestirà le deleghe a Lavori pubblici, Pubblica illuminazione ed efficientamento energetico, manutenzione stradale. Confermato in giunta anche Gianpiero Lupo (della lista Liberi Popolari), 46 anni, che mantiene salde le deleghe a Finanze, tributi, gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare, catasto, risorse umane.

L’altra conferma è quella di Giulia Puglia (Pippi Sindaco di tutti), 34 anni, responsabile delle deleghe a Cultura, pubblica istruzione, Musei, marketing territoriale, teatro Comunale, biblioteche, centro storico e marine, formazione, caccia e artigianato.

Il primo volto nuovo è quello di Pantaleo Lelè Manieri (Obiettivo Comune), 41 anni, che si occuperà di Turismo, spettacolo, commercio e politiche comunitarie. E tra le novità anche il già presidente del consiglio comunale, Andrea Giuranna (Avanti Nardò), 32 anni, neo assessore a Urbanistica, rigenerazione e riqualificazione dell’edificato, verde pubblico, parchi e Aree protette, Pug, demanio, lotta all’abusivismo e condono.

Infine, la più giovane della squadra sarà Sara D’Ostuni (candidata con Nardò x Bene), 31 anni, che si occuperà di Polizia locale, Servizi demografici, Pari opportunità, innovazione tecnologica, linguaggi digitali e affari generali. Il sindaco Pippi Mellone ha tratenuto per ora per sé la delega all’Ambiente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mellone brucia le tappe, in meno di due settimane pronta la nuova giunta

LeccePrima è in caricamento