Meloni conferma la fiducia a Fitto, ma l'annuncio della candidatura slitta

La leader di Fratelli d'Italia è stata a Bari, dove già domenica Salvini aveva parlato, per le regionali di primavera, della necessità di formare prima la squadra

Giorgia Meloni a Bari nella foto di BariToday

LECCE – Le resistenze della Lega non sono state ancora superate e così l’annuncio ufficiale della candidatura di Raffaele Fitto alla residenza della Regione Puglia slitta.

La possibilità di far coincidere l’investitura dell’eurodeputato con l’appuntamento di oggi pomeriggio nel centro di Bari con Giorgia Meloni, era sfumata definitivamente quando Matteo Salvini, che ha preceduto di 24 ore la leader di Fratelli d’Italia nel capoluogo pugliese, aveva parlato della necessità di creare una squadra prima di puntare su un nome.

Ci vorrà solo qualche giorno, dicono i più ottimisti, giusto il tempo di trovare una quadratura definitiva con il Carroccio per quanto riguarda tutte le caselle in gioco nella prossima tornata elettorale: tra fine gennaio e la tarda primavera saranno, infatti, interessate otto regioni, a partire da Emilia Romagna e Calabria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giorgia Meloni, davanti a una folla numerosa, ha da una parte ribadito la compattezza dello schieramento, anche per tacitare ipotesi di frizioni in questa lunga trattativa sulle candidature, e poi ha rinnovato l’affondo al centrosinistra, che governa in Puglia da 15 anni, giudicato inadeguato a reggere il peso della fase attuale e responsabile di molti passaggi a vuoto: “Lo abbiamo visto sulla politica sanitaria, su quella agricola – ha detto la leader di FdI -. Ma è possibile che non siamo capaci di spendere i soldi che arrivano dall’Europa? Ci vuole una Regione più forte, fatta di persone competenti. Noi siamo pronti, abbiamo la classe dirigente e il coraggio di non mentire alla gente e di fare le scelte necessarie, anche quando non fossero produttive di consenso immediato”. Insieme a lei era presente tutto lo stato maggiore pugliese del partito, con il coordinatore regionale Saverio Congedo e lo stesso Raffaele Fitto, sulla cui candidatura ha risposto a margine del suo intervento pubblico: “Se la responsabilità di scegliere il candidato toccasse a noi – ha detto -, il nostro nome sarebbe quello di Fitto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • Non solo Covid, pronto soccorso preso d’assalto. Medici e infermieri stremati

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

Torna su
LeccePrima è in caricamento