Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Il Pdl sui proiettili a Monosi: “Gesto vile, fronte comune con tutte le forze politiche”

Intervento del capogruppo a Palazzo Carafa, Damiano D'Autilia, che in campagna elettorale ha subito un'intimidazione presso il suo comitato. La solidarietà di Mino Frasca, Vincenzo Barba e del Movimento Regione Salento

Damiano D'Autilia.

LECCE – Numerosi i messaggi di solidarietà per Attilio Monosi che si susseguono dal momento in cui è stata diffusa la notizia del ritrovamento di tre proiettili calibro 9 per 21 in una busta.

Damiano D’Autilia: “È soltanto l'ultimo atto intimidatorio in ordine di tempo ai danni di uomini impegnati in politica. Credo sia giunto il momento di fare fronte comune e adottare una linea di forte condanna nei confronti di questi gesti che definisco vili. Da ogni parte politica deve essere chiaro il messaggio: no alle intimidazioni, sì al confronto costruttivo. Lo chiedono la democrazia e la civiltà del vivere sociale. Intanto all'assessore Attilio Monosi e alla sua famiglia la mia solidarietà. Quando qualcuno è consapevole della trasparenza e dell'onestà dei suoi comportamenti - ed è questo il caso di Attilio - può farsi forte della vicinanza dei suoi compagni di partito e di quelli che compongono le altre forze politiche impegnate in città.  Cogliamo l'occasione per riflettere, però. Nella speranza che nessuna militanza possa dar vita a episodi di questo genere”.

Mino Frasca: “Ritengo sia doveroso e urgente da parte delle istituzioni e dei loro rappresentanti - dice - far sentire tutta la vicinanza possibile ad Attilio Monosi e ai suoi familiari dopo questo inquietante episodio, ma credo sia ancora più utile che gli stessi cittadini leccesi non facciano sentir solo un amministratore preparato e tenace come lui. In attesa che chi di dovere riesca a fare chiarezza su quanto accaduto, sono convinto che in ogni caso non vada sottovalutato il significato violento, arrogante e minaccioso del gesto, l’ennesimo perpetrato ai danni di chi ogni giorno è chiamato a svolgere compiti di gestione della cosa pubblica. Anche se non è facile lavorare serenamente dopo una cosa di questo tipo, invito Attilio Monosi a proseguire senza indugi e senza paure l’ottimo lavoro che sta compiendo a servizio degli interessi della comunità leccese. Monosi è una persona coscienziosa e trasparente, che può contare in questo brutto momento sulla solidarietà umana di tutti e sulla forza di un Paese civile che - conclude Frasca - deve neutralizzare in fretta chi pensa di condizionare l’operato di chi amministra”.

Vincenzo Barba: “Esprimo sentimenti di solidarietà all’amico assessore, dott. Attilio Monosi, per l’atto di intimidazione di cui è stato vittima. Purtroppo, quando si opera nella pubblica amministrazione, accade spesso che qualche balordo confonda il dissenso con la minaccia. Ciò, però, non può e non deve assolutamente modificare il modus operandi, poiché, nella certezza di agire nell’interesse di tutti, come l’assessore Monosi ha sempre fatto, risiede l’aspetto più alto della politica e dell’amministrazione.

Di seguito il messaggio del Movimento Regione Salento. “Il Movimento Regione Salento ed in particolare il presidente,  Paolo Pagliaro, il presidente del consiglio comunale di Lecce, Alfredo Pagliaro, ed il coordinamento cittadino di Lecce esprimono la loro solidarietà per l’assessore Attilio Monosi e per tutta la famiglia in conseguenza del deprecabile e vile gesto intimidatorio di cui è stato vittima”.

“Condanniamo con forza un simile gesto – afferma il segretario cittadino Udc, Carmelo Isola – e ci auguriamo che, in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, non si sprofondi in una spirale di terrore sempre più soffocante. Troppi attentati hanno messo a repentaglio la serenità dei politici e delle istituzioni locali, negli ultimi mesi”.

Manifesta vicinanza il capogruppo Udc in consiglio comunale, Luigi Melica, che riflette: “Un assessore come Monosi, in virtù delle numerose deleghe assessorili attribuitegli, è sovraesposto mediaticamente e politicamente: spesso è stato costretto a fare scelte scomode, richieste dai tempi di crisi che corrono. Per quanto spesso il sottoscritto le abbia criticate e non abbia votato le relative delibere in consiglio comunale, ha tutto il mio appoggio morale e umano: gesti simili vanno condannati senza se e senza ma”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pdl sui proiettili a Monosi: “Gesto vile, fronte comune con tutte le forze politiche”

LeccePrima è in caricamento