Politica

“Mezzogiorno, porta d’Europa”. Al via il convegno nazionale del Psi

Appuntamento a Lecce con la conferenza nazionale sul Sud organizzata dal Partito socialista italiana: nel dibattito proposte su come aiutare a far crescere l’Italia. Quattro sessioni previste, nell’appuntamento al President

LECCE - Si apre sabato 31 marzo, alle ore 10, la conferenza nazionale sul Sud organizzata dal Partito socialista italiano, dal titolo  “Mezzogiorno porta d’Europa: idee per far crescere l’Italia”. I lavori, che si terranno a Lecce, presso l’Hotel President,vedranno la partecipazione di Enrico Colazzo, segretario provinciale dei socialisti salentini, di Silvestro Mezzina, segretario regionale del Psi Puglia e Loredana Capone, candidata sindaco di Lecce per la compagine del centrosinistra.

L’introduzione dei lavori è affidata a Donato Pellegrino, consigliere regionale socialista, mentre la relazione introduttiva sarà di Marco Di Lello, coordinatore della segreteria nazionale del Psi. Alle 11, la prima sessione, dal titolo “Rete Sud, il network dello sviluppo: muoversi, conoscere, crescere”, presieduta da Angelo Sollazzo, prevede una tavola rotonda con Luigi Nicolais, presidente del Cnr, l’economista Gianfranco ViestiVito Gamberale, amministratore del fondo F2I, Gioacchino Albanese, amministratore Ilia, ed Antonio Foccillo, segretario confederale Uil.

 Alle 12.45 è previsto l’intervento del governatore pugliese Nichi Vendola. Le conclusioni della I sessione saranno tenute da Lello di Gioia, della segreteria nazionale Psi.

La seconda sessione, dal titolo “Sud Europa o Nord Mediterraneo? La linea di confine della crescita” prevede un dibattito moderato dal giornalista Massimo Melillo, con Gianvito Mastroleo (Fondazione Di Vagno), Salvo Andò (Fondazione Mediterraneo), Gim Cassano (associazione LibLab), Pietro Larizza (Fondazione Iris-Uil) e Luigi Covatta direttore di Mondoperaio. A seguire l’intervento conclusivo di Michele Emiliano, sindaco di Bari.

La terza sessione, dal titolo “Dai ‘100 Sud’ al grande Mezzogiorno d’Europa”,  presieduta da Davide Zammataro, vede un confronto tra gli amministratori socialisti Rocco VitaGennaro OlivieroFranco Pastore, Gennaro Chierchia e Gerardo Labellarte. Il senatore socialista, Carlo Vizzini, conclude i lavori della III sessione. La quarta sessione, dal titolo  “Doppia velocità? No grazie! Senza Sud non c’è Italia che cresce”,  presieduta da Luigi Incarnato prevede gli interventi dei socialisti Bobo CraxiNino OddoVincenzo MaraioLuigi Iorio e Maria Rosaria Cuocolo.

Domenica 1° aprile i lavori riprenderanno alle ore 10 con la quarta sessione dal tiolo “Gente del Sud, ricchezza e capitale d’Europa”,  presieduta da Gennaro Mucciolo che modererà una tavola rotonda con Nicola Martinelli, prorettore del Politecnico Bari,  Antonio Uricchio, preside  della facoltà di Giurisprudenza di Taranto e Maurizio Ballistreri, professore ordinario della facoltà di Economia dell’Università di Messina. A seguire gli interventi di Nicola Latorre, vice capogruppo dei senatori Pd e di Vito De Filippo, governatore lucano. Alle ore 11.30 le conclusioni del segretario nazionale del Psi, Riccardo Nencini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Mezzogiorno, porta d’Europa”. Al via il convegno nazionale del Psi

LeccePrima è in caricamento