rotate-mobile
Sdegno e sarà presentata denuncia / Galatone

Minacce pesanti sui social a Filoni e Vinci. Post rimosso sui "proiettili"

L’esito elettorale offuscato da un brutto episodio legato ad un post minaccioso nei confronti del sindaco rieletto e del consigliere Dem. “Signor Filoni, ha vinto? Stia attento un proiettile è per lei e uno per il suo amico"

GALATONE - Un velo di livore gratuito e anche di minacce pesanti e di morte, mascherate dietro un nickname e un falso profilo social, che non offuscano la dignità di una città libera e democratica e la vittoria al fotofinish, al primo turno, del rieletto sindaco Flavio Filoni e della sua coalizione di sostegno.

Era già accaduto nel corso della giornata di ieri, a scrutinio in corso, che molti dei commenti sull’andamento elettorale, dispensati sul profilo istituzionale del Comune di Galatone, fossero, per così dire, irriguardosi e fuori luogo e contesto. Tanto da costringere i moderatori della pagina a cancellare e filtrare diversi post.

Oggi si è travalicato il limite quando all’indirizzo del neo eletto sindaco Flavio Filoni  e del candidato eletto in consiglio comunale del Pd, Alessandro Vinci, è stato inviato un commento esplicito di minaccia che porterà presto alle conseguenze del caso.  

“Signor Filoni, ha vinto? Stia attento un proiettile è per lei e uno per il suo amico Alessandro” il testo del post comparso nell’alveo dei commenti che al pari di altri non è attualmente più visibile sulla pagina facebook del comune galateo, ma che è ovviamente già stato recuperato e presto sarà segnalato alle autorità competenti, stazione dei carabinieri e per competenza alla polizia postale. Al momento non c’è ancora una formale denuncia ma gli amministratori faranno quanto è doveroso, rimettendo alle valutazioni degli organi inquirenti il deplorevole episodio di minaccia a mezzo social.

screenshot-2-3

L’autore del commento porta la firma di un profilo chiaramente falso, ovvero Flavio Vinci, una sorta di composizione tra il nome del sindaco e il cognome del consigliere comunale, offesi e minacciati in maniera del tutto gratuita. Un’ombra su una campagna elettorale ormai conclusa che pur nei suoi toni più aspri, non ha mai visto travalicare il rispetto tra i candidati in campo. Diverso e troppo ostile e offensivo, invece, il clima che si è respirato sulle piattaforme virtuali.

“Un brutto episodio, ma posso solo dire che stiamo valutando a tutela della dignità istituzionale e personale, e per tutelare anche l’incolumità di tutti, di depositare una querela in merito a questo fatto dinnanzi agli organi inquirenti preposti”, ha fatto sapere il sindaco di Galatone, Flavio Filoni. “Per il resto posso garantire che anche i prossimi cinque anni di amministrazione saranno improntati sui cardini della legalità, giustizia e trasparenza che ci hanno guidato sino ad ora”.

“La vittoria per la citta? di Galatone che abbiamo ottenuto - dice in merito alla riconferma elettorale, il primo cittadino - conferma la volontà di proseguire nel raggiungere i nuovi obiettivi fissati dall’amministrazione Filoni e che fanno parte del programma politico che segue il quinquennio appena trascorso. Una vittoria che mette in luce l’importanza di dare continuita? a un progetto amministrativo che, nel prossimo orizzonte temporale, mira alla realizzazione di un consistente programma di investimenti a favore della comunita? nella sua interezza”. Intanto sull’episodio in questione sono giunti i primi attestati di solidarietà della comunità locale e degli esponenti politici del territorio, Stefano Minerva e Ippazio Morciano in primis.      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce pesanti sui social a Filoni e Vinci. Post rimosso sui "proiettili"

LeccePrima è in caricamento