rotate-mobile
Politica Gallipoli

Minerva, assegnate deleghe agli assessori. “Il progetto città unita può partire”

Il primo cittadino ha presentato la nuova giunta e assegnato gli incarichi. La carica di vicesindaco a Cuppone. Per Di Mattina, bilancio, portualità e demanio. Previste deleghe specifiche anche per i consiglieri e la costituzione delle consulte civiche

GALLIPOLI - Sciolto il rebus degli incastri e della individuazione dei cinque nuovi assessori comunali, il sindaco Stefano Minerva ha presentato ufficialmente il suo esecutivo e con l’apposito decreto di nomina ha conferito anche le relative deleghe.

“È ufficiale, la nuova giunta di Gallipoli è pronta e al servizio di tutti i cittadini e di tutte le cittadine. E’ una grande emozione annunciare la nuova squadra, simbolo e specchio di una città unita” il preambolo del primo cittadino, “per noi la politica è un messaggio positivo da trasmettere anche tramite il vocabolario. Ogni delega e ogni singolo lavoro portato avanti deve trasmettere un messaggio chiaro ed è per questo che ho scelto, ancora una volta, di dare un nome preciso agli assessorati”.

Minerva tramite la delega emozionale al Sorriso ha mantenuto per se il settore della cultura dove lavorerà ancora al fianco della referente dello staff, Eleonora Tricarico. Conferme in vista anche per la segreteria particolare con la scelta interna di Davide Tuccio e, sempre in seno allo staff, per Roberto Bono.

Per quanto riguarda i nuovi assessori invece dispensate le deleghe e definito anche il ruolo del vicesindaco che sarà Riccardo Cuppone (Noi Giovani con Minerva), designato assessore alla “Bellezza” e che incamera anche le deleghe ai Lavori pubblici, urbanistica, sport, regolamenti comunali, contenzioso, periferie, marine e Peep 3.

Per Angelo Mita (Popolari per Gallipoli), assessore riconfermato, è stata scelta la delega alla “Gentilezza”, con a corredo le tematiche sociali al Piano sociale di Zona, Servizi sociali, politiche giovanili, dell'infanzia e della famiglia, Welfare, sanità, protezione civile, pari opportunità.

Per Salvatore Toti Di Mattina (La Forza del Cuore), nominato assessore alla “Visione”, previste le deleghe alla Programmazione economico-finanziaria, Bilancio e tributi, personale, demanio, patrimonio, tutela del mare e della costa, portualità, finanziamenti comunitari. Lo stesso Di Mattina ha chiarito che la sua scelta di affiancare il sindaco Minerva e la sua coalizione è legata “alla necessità di aggregare le forze migliori presenti in città intorno ad un progetto unitario e condiviso che consenta, oltre ogni steccato e ideologia o appartenenza di partito, di lavorare per il bene di Gallipoli e non farsi scappare l’ultimo treno offerto dall’opportunità dei finanziamenti statali ed europei da intercettare e impiegare per la crescita del territorio”.

Un impegno personale e collettivo basato sul rispetto e il dialogo garantito dalla figura di garanzia del sindaco Minerva è quello a cui ha fatto menzione anche Stefania Oltremarini (E’ Giunta L’ora), già consigliera di opposizione e provinciale, nominata assessore alla Felicità, con delega alla Polizia locale, politiche scolastiche, associazionismo, verde pubblico, arredo urbano, sviluppo economico, viabilità e trasporti, mobilità, rapporti con gli enti.

Per lei già la prima uscita istituzionale con la partecipazione alla presentazione del progetto delle panchine letterarie in piazza Carducci, al fianco dell’assessore uscente Titti Cataldi, e alla dirigente dell’istituto comprensivo del Polo2, Lucilla Vaglio.      

In quota Pd-Democratici per Rossana Nicoletti, assessore alla Crescita, le deleghe delicate e impegnative al Turismo, ambiente, pesca, commercio, partite iva, spettacolo, marketing territoriale.

Contestualmente con la nomina e l’assegnazione delle deleghe assessorili il sindaco ha firmato il decreto per la nomina del presidente del Parco naturale “Punta Pizzo-Isola di Sant’ Andrea” nella figura di Cosimo Giungato espressione della lista Grande Gallipoli. Nell’ambito della ripartizione degli incarichi di governo già prevista l’indicazione della maggioranza anche per il ruolo del prossimo presidente del consiglio comunale, in quota alla seconda lista più suffragata Agire Insieme  per Minerva, con la riconferma di Rosario Solidoro.

Incarichi anche ai consiglieri

“Con la nomina della nuova giunta prende sempre più corpo il nostro progetto locale della città unita che prosegue nell’ottica della convergenza di tutte le compagini e le professionalità che senza alcuna vincolo dell’appartenenza politica e delle casacche o bandiere di partito si sono ritrovate e vogliono lavorare per un progetto comune di crescita e rilancio della città” ha detto il primo cittadino, “ho dovuto fare delle scelte e sintesi partendo dai criteri indifferibili quali il consenso maturato e la capacità e le novità che servono per lavorare ai nostri progetti e programmi che abbiamo illustrato in campagna elettorale”.

“Nessuno deve sentirsi escluso” chiosa Minerva, “perché abbiamo bisogno del supporto e dell’aiuto da parte di tutti e anche chi oggi ha dovuto o voluto fare un  passo indietro potrà lavorare al fianco di questa amministrazione e troverà posto e potrà essere ascoltato. Immagino già che anche molti consiglieri potranno avocare a sé delle deleghe specifiche ed essere di supporto agli assessori o portare avanti progetti autonomi e proficui per la città”.

E tra gli elementi di allargamento della partecipazione il sindaco ha annunciato anche già la costituzione delle consulte civiche, il rinnovo della commissione alle Pari opportunità, oltre all’attribuzione di deleghe specifiche ai consiglieri eletti per la partecipazione ai bandi, il centro storico, l’innovazione tecnologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minerva, assegnate deleghe agli assessori. “Il progetto città unita può partire”

LeccePrima è in caricamento