rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Le decisioni del consiglio comunale / Gallipoli

Minerva “blinda” bilancio e opere pubbliche. E la condotta resta prioritaria

Via libera al documento di previsione e al piano degli interventi. Per l’estate più sicurezza con aree parcheggio e più uomini e mezzi per la polizia locale. Trattata l’interrogazione sulle possibili interferenze tra lo scarico del depuratore e l’ampliamento di Porto Gaio

GALLIPOLI – Via libera nella seduta del consiglio comunale di Gallipoli, impegnato nella giornata di ieri a discutere e deliberare su 15 punti all’ordine del giorno, al bilancio di previsione e all’approvazione del Documento unico di programmazione per il prossimo triennio. Ma non solo. Il confronto preliminare in avvio di seduta ha riguardato la richiesta di chiarimenti, avanzata dal gruppo di opposizione di Gallipoli Futura con un’interrogazione sul nodo del prolungamento  dello scarico del depuratore e sulla portualità privata.

Tematica sulla quale la linea di condotta e la rotta tracciata restano al momento invariate: in merito alla possibile interferenza nella realizzazione delle opere, ovvero tra la condotta sottomarina a servizio del depuratore consortile e l’ampliamento dell’approdo turistico privato di Porto Gaio, il consiglio comunale si esprimerà nel merito una volta completati tutti gli iter procedurali e con l’analisi dei progetti esecutivi.

Nel caso di conflittualità e incompatibilità che potrebbero emergere il progetto della condotta sottomarina (della lunghezza di circa 6 chilometri e per un investimento di 16 milioni di euro), e il suo interesse pubblico superiore, saranno tutelati con la dovuta priorità.

E anche sul progetto dell’ampliamento della darsena turistica di Porto Gaio, come spiegato anche dal sindaco Stefano Minerva, “l’amministrazione e il consiglio comunale non hanno il compito di bloccare la procedura e l’iniziativa del soggetto privato proponente il cui iter è seguito, in questa fase, dagli altri enti competenti tra cui il ministero della Transizione ecologica. Quando  l’istruttoria sarà completata e toccherà al Comune e al consiglio esprimersi sulla questione, si procederà regolarmente e con la doverosa attenzione”.

20220405_095850-2

Il nodo condotta e Porto Gaio

Si conclude per ora con una sorta di presa d’atto interlocutoria la discussione sull’interrogazione del gruppo consiliare di Gallipoli Futura che aveva richiesto nuovi chiarimenti sulla compatibilità del progetto di Porto Gaio con la realizzazione anche della condotta sottomarina a servizio del depuratore consortile che l’Acquedotto pugliese realizzerà nello stesso tratto di litorale.

Assente il capogruppo Flavio Fasano, benché fosse stato chiesto il rinvio dell’argomento da parte della minoranza, si è proceduto ugualmente alla trattazione del punto. E questo perché, come ha spiegato il presidente dell’assise Rosario Solidoro, l’istanza era stata presentate dai quattro consiglieri di Gallipoli Futura, in maniera congiunta. E quindi la presenza in aula dei consiglieri Antonella Russo e Daniele Benvenga, poneva la possibilità di esporre l’interrogazione.

Letta la riposta del sindaco la consigliera Russo, dichiarandosi insoddisfatta, ha chiarito che il gruppo “vigilerà affinché la tutela dell’interesse pubblico non venga offuscato dall’interesse di un’opera privata”.

L’interrogazione di Gallipoli Futura

Il gruppo consiliare guidato da Flavio Fasano aveva richiesto nuovi chiarimenti sulla compatibilità del progetto di Porto Gaio con la realizzazione anche della condotta sottomarina a servizio del depuratore consortile che l’Acquedotto pugliese realizzerà sul litorale nord.

La questione è nata da una recente nota di scambio tra l’ufficio Demanio e la sezione Autorizzazioni ambientali della Regione (resa per conoscenza anche agli altri enti tra cui Aqp e Comune di Gallipoli) nella quale viene sottolineata “l’opportunità di integrare la documentazione con i file georeferenziati e con soluzioni progettuali-organizzative volte a minimizzare le interferenze tra le due opere - condotta sottomarina e porto turistico - nella fase realizzativa e di esercizio, stante anche quanto riportato nel progetto definitivo della Porto Gaio Srl in merito alla risoluzione dell’interferenza rilevata in sede di progetto preliminare con lo scarico a mare esistente e con un suo eventuale prolungamento”.

Gallipoli Futura si dice contraria ad una eventuale “riprogettazione” con spostamento della condotta per l’interferenza con l’ampliamento di Porto Gaio. Eventualità che al momento non è comuque contemplata nemmeno da Regione, Acquedotto e Comune.

20220405_102650-2

Lo scontro sul Bilancio

Dopo i chiarimenti sull’interrogazione è seguita la lunga analisi e la discussione sugli schemi del bilancio e delle delibere ad esse collegate, approvate poi con i 12 voti favorevoli della maggioranza e due contrari in capo ai consiglieri di Gallipoli Futura.

La consigliera Russo ha relazionato sulle “opacità” del piano contabile e sul mancato coinvolgimento dell’opposizione nelle scelte amministrative e nella stesura del piano economico e programmatico dell’ente, lamentando, secondo la propria analisi politica, la “scarsa attitudine dell’amministrazione Minerva alla programmazione e alla cura e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città.”. Rilanciando anche sulla necessaria collaborazione nella stesura di un piano di servizi e sulla sicurezza per la stagione estiva in arrivo.

Difesa a spada tratta invece dai gruppi della maggioranza “l’anima” e la “serietà” del bilancio di previsione e la capacità di programmazione attuata dall’amministrazione a fronte invece della “mancanza di proposte” fattibili “mai giunte da parte del gruppo di minoranza”. Nel suo intervento nel corso del consiglio, il sindaco Stefano Minerva ha rimarcato la “sana gestione” delle risorse dell'ente che già nel corso degli anni precedenti “è costantemente e progressivamente migliorata”.

E rimarcando l’impegno e il virtuosismo “della quadratura dei conti” e della programmazione e degli interventi appannaggio anche delle periferie e dei servizi sociali, il primo cittadino ha rintuzzato ai rilievi della minoranza illustrando le principali punti di forza e gli accorgimenti posti nella stesura  e “nell’anima propulsiva” del nuovo bilancio del piano di programmazione.

“Abbiamo voluto incrementare i fondi per l’organizzazione delle aree a parcheggio tale da avere due polmoni importanti in cui le auto potranno raccogliersi per liberare il centro” dice il sindaco Minerva, “siamo convinti che sarà una grande stagione, le risposte del nostro operato e della nostra attività sono riportate in questo bilancio in cui ogni aspetto è valorizzato. Abbiamo già asfaltato oltre 70 strade, ne faremo altre e continueremo a dare una dignità alle periferie, dai lavori pubblici ai 231 mila euro per cultura e promozione del territorio passando per l’acquisto di uno scuolabus elettrico per i nostri piccoli”.

20220405_101810-2

Focus su tasse e lavori pubblici

Tra gli interventi previsti negli schemi del bilancio figurano anche la segnaletica orizzontale e verticale, il reclutamento di agenti di polizia locale e il relativo potenziamento dei mezzi: è infatti confermato lo stanziamento, nella misura massima consentita dalla normativa vigente, per l'assunzione di più unità a tempo pieno da impiegare nella stagione estiva per garantire il controllo del territorio.

Non mancheranno la manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere portuali, gli arredi urbani e i nuovi impianti di videosorveglianza. Inoltre, con 10 milioni di euro sono stati garantiti tutti gli stanziamenti richiesti dall'assessorato al ramo per far fronte al potenziamento dei servizi sociali, cui occorre sommare i fondi propri dell'Ambito sociale di Zona, che hanno registrato anch'essi un sensibile incremento.

Grande attenzione al settore dei lavori pubblici: inserita la manutenzione delle strade comunali con 300 mila euro per il quinto lotto di strade e altri 135 mila per la manutenzione straordinaria delle altre carreggiate che va ad integrare i lotti già previsti per garantire maggiore sicurezza e decoro dell'intero territorio. Inoltre, sono stati previsti ulteriori 50 mila euro di bilancio per gli interventi di manutenzione delle strade vicinali.

Tra i fondi evidenziati anche 200 mila euro per il terzo stralcio di ripristino del basolato del centro storico, 800 mila per la riqualificazione dell’istituto scolastico Santa Chiara e 250 mila euro per la rifunzionalizzazione della rete fognaria nella zona Baia Verde.

Ancora, tra gli interventi previsti per l’annualità in corso: la realizzazione della banchina nel porto peschereccio (700 mila euro), la ristrutturazione e la riqualificazione di piazza Tellini (500 mila euro), la messa in sicurezza del dissesto idrogeologico del lungomare Galielo Galilei (2 milioni e 500 mila euro), la realizzazione e l’allestimento delle aree parcheggio (350 mila euro), il completamento di viabilità pedonale di via Zacà (150 mila euro), la realizzazione dell’asilo nido comunale (1 milione e 890 mila euro), la valorizzazione e il recupero funzionale del museo civico e della biblioteca comunale (790 mila euro), la realizzazione della pista ciclabile sia in “via dei tre mari” per 1 milione e 100 mila euro che in via “Madonna del Carmine” per 1 milione e 500 mila euro.

E ancora, previsti i lavori di efficientamento energetico per l’ex caserma dei carabinieri (130 mila euro), il restauro e la valorizzazione della Chiesa di San Pietro dei Samari (300 mila euro), la realizzazione del centro polifunzionale di via Firenze (540 mila euro) integralmente finanziato dalla Regione Puglia. Anche l’ex Pretura sarà interessata da un intervento di riqualificazione per un importo complessivo di 2 milioni 300 mila euro, così come sarà realizzata la copertura del mercato ittico comunale per un importo di 250 mila euro.

Tra gli altri progetti che si andranno a realizzare: il completamento dell’efficientamento energetico della scuola via Milano (2 milioni 176mila euro) cofinanziato con risorse di bilancio, la rifioritura dei frangiflutti nell’area Giudecca (358 mila euro) e la realizzazione del centro comunale di raccolta (300 mila euro).

Per quanto riguarda l’Imposta municipale unica (Imu) sono confermate le aliquote di imposta fissate per le annualità?precedenti. Tuttavia, il gettito previsto aumenta in considerazione della revisione delle quote di alimentazione del Fondo di Solidarietà Comunale; in particolare, la quota a carico del Comune di Gallipoli si riduce e di conseguenza si riduce la quota di gettito ordinario Imu che negli anni scorsi veniva trattenuta dallo Stato.

Per quanto riguarda l’imposta di soggiorno, sia nel 2020 che nel 2021 la previsione di gettito è stata ridimensionata in considerazione dell'emergenza epidemiologica e si è?ridotto a soli mesi di luglio e agosto il periodo di applicazione. Dal 2022 entrano in vigore invece le nuove disposizioni regolamentari già approvate alla fine del 2019, che hanno modificato sia il periodo di applicazione dell'imposta sia rivisto il regime tariffario.

Tuttavia, per il solo anno 2022, l'imposta si applica dal 1° giugno. Il gettito presunto, compreso quello previsto dall'attività di recupero e contrasto all'evasione/elusione, sarà integralmente destinato in spesa per promozione eventi, manifestazioni, contenitori culturali e servizi connessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minerva “blinda” bilancio e opere pubbliche. E la condotta resta prioritaria

LeccePrima è in caricamento